Come ricaricare un accendino

Solitamente chi ha il vizio di fumare o comunque desidera avere con se in casa o in borsa uno strumento che possa fare fuoco all’ occorrenza si serve dei pratici accendini usa e getta. In pratica quando il gas è finito l’ accendino, che in realtà potrebbe ancora funzionare viene gettato via, perché allora non evitare questi inutili sprechi acquistando un accendino ricaricabile? Il suo utilizzo è semplice ed intuitivo, e riutilizzarlo sarà piuttosto semplice, vediamo insieme come ricaricare un accendino:

acquistate il vostro accendino assicurandovi che sia ricaricabile ed acquistate la bomboletta del gas per ricaricarlo che sia compatibile con l’ accendino, infatti se l’ attacco della valvola dell’ accendino e quello della bomboletta  non coincidono sarete costretti  a buttare il vostro accendino in quanto la valvola si rovinerà. Quando sarà giunto il momento di ricaricare il vostro accendino, e siete sicuri che esso è ormai completamente scarico, procedete portando la rotellina che serve per accendere la fiamma, al minimo. A questo punto dovrete mettere l’ accendino al rovescio ed inserire il beccuccio della bomboletta del gas all’ interno della valvola dell’ accendino, spingendo fino a quando sentirete un rumore di fuoriuscita d’ aria. Quando avrete terminato l’ operazione di ricarica, estraete il beccuccio dalla valvola dell’ accendino e lasciatelo comunque al rovescio per qualche minuto. Quindi portate nuovamente la rotellina che regola la fiamma  al massimo e provate ad accendere il vostro accendino per vedere se tutto è andato per il verso giusto. Se malauguratamente l’ accendino non dovesse funzionare, è probabile che sia rimasta dell’ aria dentro perché magari non era completamente scarico quando lo avete poi ricaricato. Per porre rimedio provate a  pigiare la valvola, cercando di favorire la fuoriuscita dell’ aria. Se esso continua  a non accendersi, potrebbe dipendere dal fatto che durante la fase di ricarica del gas ne è entrato poco, a questo si può porre rimedio con una piccola astuzia: trasferite il vostro accendino per 5 minuti nel frigorifero e nel frattempo strofinate la bomboletta del gas tra le mani per qualche minuto e ripetete l’ operazione di ricarica, la differenza termica infatti, dovrebbe favorire il passaggio di un quantitativo maggiore di gas.