Come rimediare agli errori di bucato

Che sia uno dei primi tentavi di fare una latrice o una inevitabile distrazione, capita a tutti di commettere degli errori e ritrovarsi camice bianche diventare rosa o maglie taglia XL ridursi ad una M.

Non fatevene una colpa, capita a tutti, anche alla migliore massaia. E prima di rimpiangere la vostra magliettina preferita continuate a leggere perché ad alcuni errori è facile porre rimedio. Per fortuna in commercio esistono diversi prodotti che possono venirci incontro e permetterci di riparare il danno.

Per rimediare ad un bucato ex- bianco è importante agire immediatamente prima che i capi si asciughino per evitare di fissare ancora di più il colore. Aspettate che la lavatrice si apra poi tirate fuori tutto il bucato ed eliminate il capo che ha perso colore e che ha tinto tutti gli altri. Pulite il cestello, l’oblò e le guarnizioni con un panno umido per esseri sicuri di eliminare ogni traccia di colore. Rifate il lavaggio alla massima temperatura per i panni in questione (quindi tenete conto di elastici ed eventuali pizzi che non vanno alti a temperature molto alte) e aggiungete del detersivo per bucato e del bicarbonato ma non aggiungete l’ammorbidente. Se necessario ripetete questo lavaggio una seconda volta. Stendete alla luce diretta del sole per sfruttare la sua azione sbiancante e se è rimasta una leggera venatura di colore continuate ad aggiungere il bicarbonato anche nei lavaggi successivi.

Se il colore si è depositato a macchie ed è intenso, prima del lavaggio trattate il capo con una soluzione di succo di limone e sale fino (per ogni parte di limone tre di sale fino). Strofinate la pasta ottenuta sulla macchia e lasciate agire per almeno un’ora, meglio se sotto la luce diretta del sole.

Gli incidenti sui panni colorati invece, sono più difficili da risolvere. Potete provare a fare un lavaggio come descritto sopra ma il risultato non è assicurato. Non disperate però perché in commercio esistono delle tinture per capi colorati. Per mirare ad un buon risultato coprente ed omogeneo bisogna privilegiar tonalità scure come il nero, il blu, il marrone e via dicendo.

Se invece dovete recuperare un capo di lana infeltrito potete lasciarlo immerso per un’ora in acqua ed ammoniaca o nel latte leggermente tiepido. Dopo aver fatto questo bisogna sciacquare bene il capo aggiungendo in lavatrice una tazzina di aceto bianco, un cucchiaio di balsamo per capelli e uno di ammorbidente. È importante non centrifugare il capo perché il peso dell’acqua aiuta a stendere le fibre; lasciarlo ad asciugare lontano da fonti di calore.