Come riscaldare i piedi

E’ un problema che affligge molte donne, poiché sono quelle più colpite da problemi circolatori. Molto spesso infatti avere i piedi freddi, non è soltanto dovuto alle basse temperature, ma è sintomo di una cattiva circolazione sanguigna, che nelle stagioni invernali può aggravarsi.

Per fortuna esistono dei piccoli accorgimenti che si possono prendere per alleviare questo fastidio. Evitate calze troppo strette e gli stivali, che avvolgendo i polpacci, soprattutto se indossati per diverse ore, possono fare pressione sui vasi sanguigni. Non indossate nemmeno scarpe troppo strette, anzi fate in modo di poter muovere le dita dei piedi anche all’interno della calzatura. Esistono infatti alcuni movimenti che potreste fare durante la giornata, come estendere le dita quanto più potete e successivamente inarcarle, ripetendo il movimento più volte di seguito, per stimolare la circolazione sanguigna. Un altro piccolo esercizio potrebbe essere quello di sgranchirvi di tanto in tanto le gambe, camminando avanti e indietro per qualche minuto, facendo pressione prima sull’esterno dei piedi e poi appoggiando il peso del corpo solo verso la parte interna.

Questa sorta di allenamento dovrebbe alleviare la sensazione di freddo. E’ la troppa sedentarietà, infatti, a rendere difficoltosa la circolazione sanguigna. Stare seduti per molto tempo, magari con le gambe accavallate, impedisce al sangue di raggiungere le estremità del corpo, lasciandole, quindi, fredde.

Un’altra ottima soluzione sono i pediluvi di acqua fredda alternati ad impacchi di acqua calda. Dovete bagnare, oltre ai piedi, anche caviglie e polpacci, prima con acqua fredda e poi calda. Quando avete finito, asciugate le zone interessate, tamponandole con una spugna, e massaggiatele con dell’olio per il corpo. Prodotti all’aloe sono ideali per riattivare la circolazione. Tra i vecchi rimedi della nonna, c’è poi quello di aggiungere un pizzico di pepe nero all’acqua. Chissà se le nostre nonne ne erano a conoscenza, ma le spezie sono dei vasodilatatori naturali.