Come riscaldare una stanza

Avete una stanza della casa che è sempre fredda? Un riscaldatore elettrico portatile è la soluzione più semplice, ma chiaramente i portatili hanno i loro inconvenienti, oltre ad essere antiestetici infatti,  c’è il rischio  di bruciature, quindi prestate massima  attenzione.

Occhio però  a non eccederne  con l’ utilizzo in quanto questi possono sovraccaricare un circuito elettrico. Se non utilizzato con attenzione, molti portatili diventano un pericolo di incendio.  Vediamo insieme nel dettaglio allora come  riscaldare una stanza:

la prima cosa da fare è  quella  di  controllare  se la nostra caldaia e i nostri radiatori funzionino bene  in quanto, se la  stanza non si riscalda  bene, potrebbe  esserci  qualche  problema.

Per le  stanze che non sono dotate di  riscaldamenti, come  un bagno o la cunina, potreste utilizzare  dei piccoli termoventilatori  e già la  situazione  dovrebbe  migliorare un bel pò. Chiaramente non dovrete tenerli accesi per molto tempo, soprattutto  se non sono molto potenti, per  evitare piccoli incendi.

L’ utilizzo  di una  stufa  si rivela in questi casi ottimale, parliamo infatti di calore immediato, per alcuni modelli,  a  basso consumo  energetico, che non guasta!

Chiaramente dovrete controllare  che  i vostri infissi  vi isolino termicamente al meglio. Se nelle  altre stanze del vostro appartamento avete i termosifoni, potreste pensare di farmi istallare una canalina che, sfruttando il calorifico  delle  altre stanze, riscaldi anche  quella in questione.

Altrimenti postreste valutare di farvi istallare un condizionatore,  di quelli che producono  anche aria calda, oggi ne  esitono  di modelli  a risparmio energetico, in questo modo otterete si un bel calduccio, ma non ci rimetterete molto  sulle vostre bollette.