Come ritardare il ciclo

Il ciclo mestruale nella vita di una donna è un evento assolutamente naturale, che regola tra le altre cose, la riproduzione, ed in quanto tale dovrebbe essere semplicemente accettato, per molte donne però, l’ arrivo del ciclo è visto quasi come un evento traumatico o qualcosa di cui doversi vergognare. Solitamente chi vive l’ arrivo delle mestruazioni come una disdetta è chi soffre molto i sintomi ad esse legato, pertanto, soprattutto in previsione di trascorrere una giornata piacevole, magari al mare, o il dover partecipare ad un evento, una gara ecc.. può essere davvero fastidioso. Molte donne si chiedono come bloccare il ciclo o quanto meno come ritardare il ciclo, ed in realtà anche se si dovrebbe evitare, esistono le pillole anticoncezionali che, sotto stretta prescrizione medica, se assunte anche durante quella che dovrebbe essere la settimana di sospensione, consentono di allungare i tempio tra un ciclo e l’ altro, ma bisogna tener presente che ciò è ammissibile esclusivamente in casi eccezionali. Esistono però anche degli altri espedienti, meno impegnativi, utili a tal scopo, che però non possono darci sicurezza totale di riuscita ma, si può almeno provare, vediamo allora come ritardare il ciclo:

un primo stratagemma riguarda l’ alimentazione, in previsione di un ciclo indesiderato evitate i cibi piccanti ed altri che aumentano la temperatura, quali la papaya, i semi di sesamo, il mango, l’ ananas ed i datteri. Pare che invece assumere molte lenticchie chiare i giorni prima dell’ arrivo del ciclo, aiutino a ritardarlo. Se comunque avvertite i primi sintomi e dovete ad esempio partecipare ad una gare, una gita fuori porta ecc… potreste cercare di “bloccare” il ciclo per qualche ora facendo un bagno in acqua molto fredda, ricordate però, che se da un lato questo rimedio aiuta in tal senso, potrebbe dall’ altro accentuare i dolori mestruali, soprattutto addominali.