Come saldare

Può capitare che un piccolo congegno elettronico, così come un giocattolo del vostro bambino o qualsiasi altro dispositivo abbiate in casa si rompa definitivamente o in alcuni casi semplicemente salti la saldatura e quindi si possa riparare in maniera molto semplice con lo stagno, possedendo però i giusti materiali ed utensili da lavoro. Se siete alla prime armi e non sapete da che parte cominciare, vediamo insieme come saldare:

 per eseguire la vostra saldatura e quindi cementare due componenti metalliche dovrete cominciare dalla manutenzione del saldatore, se in vostro modello è stato realizzato con la punta di rame infatti, prima di metterlo a riscaldare dovrete pulire la sua punta con cura, aiutandovi con un’ apposita spazzola dalle setole metalliche e rimuovere ogni eventuale traccia di saldature precedenti ed eventualmente con una speciale lima, nel caso in cui questi residui fossero particolarmente resistenti alla rimozione. Se invece il vostro saldatore è di recente realizzazione, si sconsiglia l’ utilizzo della spazzola con le setole metalliche per lasciar spazio alla tecnica della stagnazione, ovvero, dovrete riscaldare la punta e liberarla dai residui con della carta abrasiva. La punta in questione chiaramente dovrà essere scelta di una misura proporzionale al lavoro da eseguire, più piccola sarà la saldatura da dover effettuare, più piccola sarà la punta da dover scegliere. Dopo aver effettuato la scelta della punta e dopo averla pulita se già usata in precedenza, portatela alla giusta temperatura, indicata nelle istruzioni d’ uso, quindi avvicinate ad essa il filamento di stagno, il quale fondendosi aderirà perfettamente alla punta, se invece dovessero formarsi dei grumi, dovrete pulire e ripetere l’ operazione da capo. Nel caso in cui incontriate molte difficoltà, magari perchè alle prime armi o addirittura non avete eseguito mai una saldatura, potrà esservi d’ aiuto bagnare la punta del saldatore prima di procedere ad avvicinare lo stagno alla punta, inoltre prima di saldare le due estremità in questione insieme, eseguite sempre una piccola prova preliminare su qualche congegno da buttare.