come salvare un matrimonio

Lo stress, la monotonia, la mancanza di dialogo e i problemi quotidiani, sono spesso la causa primaria delle crisi tra coppie di innamorati, anche di quelle che sembravano essere le più stabili. Riuscire a salvare il proprio matrimonio non è però, un’impresa impossibile, dopotutto si sa, condividere la quotidianità con un’altra persona non è mai cosa semplice e in ogni rapporto che si rispetti ci sono sempre dei periodi di alti e bassi. Prima di pensare ad una separazione definitiva, sarebbe molto importante cercare di valutare ed approfondire alcuni degli aspetti che vi abbiamo elencato di seguito:
1) Capire cosa proviamo: Quando una storia inizia a barcollare non è mai piacevole, non è mai colpa assoluta di uno dei due e i motivi della crisi possono essere molteplici… la cosa principale da capire è quali sono i sentimenti che si provano. Saper distinguere l’amore dall’abitudine è fondamentale per evitare l’infrangersi di un matrimonio, ed è necessario che alla base vi siano sentimenti solidi.
2) Riscoprirsi coppia: Solitamente una relazione arriva alla deriva quando in primis viene a mancare, totalmente o parzialmente, l’intimità col partner. Ritrovare il desiderio, riaccendere la scintilla è uno dei primi passi da compiere per il recupero della coppia e spesso può essere risolutore l’intervento di un terapista che metta i coniugi dinanzi alla realtà più nuda e cruda.
3) Ascoltare: Sovente una coppia si “perde” per mancanza di ascolto. Saper ascoltare i bisogni e le esigenze del partner è il modo migliore per dimostrare all’altro di tenere ancora alla loro relazione e per conferirgli le certezze di cui ha bisogno.
4) Saper perdonare: non è mai bello essere traditi, ma quando vi è un solido sentimento bisogna saper perdonare e non far si che l’errore di un momento condizioni il futuro della coppia.