come sbiadire i jeans

Volete dare un tocco personale o rimodernare i vostri jeans vecchi sbiadendoli? Le soluzioni sono due: limone o candeggina. Se però la prima soluzione è più lenta e forse va ripetuta più volete ma non rovina il tessuto la seconda è più immediata ma non adatta a tutti i tipi di jeans in quanto la candeggina ha un potere corrosivo sui tessuti e potrebbe rovinarli irrimediabilmente. Vediamo comunque come procedere nell’uno e nell’altro caso. Premettiamo che entrambe le tecniche funzionano meglio su jeans già utilizzati e meno bene su quelli appena comprati.
Sbiadire con il limone:
1)
Procuratevi del succo di limone già premuto o procedete premendolo voi; vi occorrerà almeno un litro e mezzo di succo … non poco!
2)
Bagnate i vostri jeans in acqua tiepida e strizzateli bene.
3)
Immergeteli in una bacinella con il succo versateci sopra il succo di limone. Se volete scambiare solo delle parti stendete il limone con una spugna isolando le parti che non volete di scambino. Se vi interessa solo la parte davanti della gamba, ad esempio, isolate il retro mettendo un foglio di carta forno.
4)
Lasciate agire per alcune ore e fino a che non raggiunge il colore che desiderate.
5)
Ricordate che questa operazione la potete ripete anche in futuro tanto non corrode il tessuto.
Sbiadire con la candeggina:
1)
Bagnante il jeans e strizzatelo bene
2)
Riempite una bacinella con acqua e candeggina (ricordate che l candeggina non deve mai stare in contattato con i tessuti senza essere diluita). La proporzione è un litro di candeggina ogni 5 di acqua o comunque versate la candeggina nell’acqua fino a quando questa non assume una consistenza oleosa.
3)
Metteteci in ammollo il jeans per mezz’ora, tenetelo un po’di più se non ha raggiunto il colore che desiderate, ma non esagerate altrimenti rischiate di dover buttare il jeans
4)
Risciacquate solo con l’ammorbidente per nutrire il tessuto ed evitare di stressarlo ulteriormente.