Come sbucciare i fichi d’ india

Avvolti da una spessa buccia, ricoperta di sottili ed insidiose spine troviamo un delizioso frutto, ovvero il fico d’ India. Questo frutto che appartiene alla famiglia delle Cactacee , nonostante il nome possa trarre in inganno, in realtà è un frutto originario del Messico, probabilmente importato in Europa ad opera di Cristoforo Colombo possiede proprietà diuretiche e quindi sono depurativi per l’ organismo, inoltre sono ricchi di vitamine e sali minerali. L’ unico inconveniente di questi deliziosi frutti, come accennato sono le spine, ma non scoraggiatevi, seguendo alcuni semplice passi potrete facilmente liberarvene senza pungervi, vediamo allora come sbucciare i fichi d’ India:

poiché i fichi d’ India sono ricoperti da queste minuscole spine che sembrano quasi invisibili, è decisamente opportuno indossare dei guanti prima di toccarli, se utilizzate dei guanti in lattice , indossatene due paia per esser ancora più protetti, oppure preferite dei guanti con uno spessore maggiore. Dopo esservi protetti, immergete i vostri fichi d’ India all’ interno di una bacinella riempita d’acqua e lasciateli in ammollo per qualche minuto, in questo modo gran parte delle spine cadranno e resteranno nell’ acqua che getterete via. Questo passaggio è importante anche per evitare che qualche spina cada da qualche parte della vostra cucina e che possiate pungervi in seguito, dopo aver tolto i guanti. A questo punto, infilzate un fico d’ India con la forchetta e trasferitelo su un tagliere e tagliate un lato della buccia servendovi di un coltello affilato, poi giratelo dal lato opposto e rimuovete anche la buccia da questo lato nella stessa maniera, evitando di intaccare la polpa del frutto. A questo punto saranno solo  due i lembi di buccia rimasti ancora attaccati al frutto, quindi incideteli con il coltello, uno alla volta ed estraete con delicatezza la polpa. Tagliatelo e servitelo pure.