come scegliere i probiotici più adatti agli uomini

Ormai la maggior parte di noi sa che i probiotici sono microrganismi benefici che aiutano a mantenere la salute generale dell’intestino e ad aumentare le  risposte  del sistema immunitario. Ma la ricerca recente dimostra che i probiotici sono anche utili per prevenire e gestire problemi di salute specifici per gli uomini come l’iperplasia prostatica benigna e il cancro alla prostata. Essi aiutano anche  aiutano a ridurre il livello di colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari negli uomini. Quindi, prendendo un supplemento a  base di probiotici su base giornaliera, si può migliorare la salute in generale. Vediamo nel dettaglio allora come scegliere i probiotici più adatti  agli uomini:

come  accennato i probiotici svolgono un ruolo importante nella prevenzione e nella gestione di varie condizioni della prostata come la prostatite e l’iperplasia prostatica benigna ed è anche usato come parte del trattamento del cancro alla prostata. I microrganismi aiutano a trattare questi problemi controllando l’infiammazione e aumentando la funzione immunitaria. Anche se le infezioni delle vie urinarie maschili sono meno comuni rispetto alle infezioni del tratto urinario nelle donne, quando è l’ uomo a   soffrirne, questa è una delle principali cause della prostatite batterica. In particolare gli uomini di età superiore ai 50 anni sono più sensibili a  questa problematica. Un crescente numero di ricerche supporta la teoria che i probiotici possono contribuire a prevenire le vie infezioni ricorrenti negli uomini, in particolare i ceppi di Lactobacillus. Gli uomini sono soggetti a malattie cardiache indipendentemente dalla loro età. Il rischio è direttamente correlato alla loro storia familiare, al livello di attività, alle abitudini alimentari e ad altri fattori. Ma secondo gli esperti, gli integratori probiotici possono offrire un certo miglioramento della salute cardiovascolare. Questi inoltre possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Molto indicati in questo caso, sono i ceppi specifici di batteri L. reuteri, L. acidophilus e L. Plantarum.