Come scegliere il blush

Il blush è uno dei prodotti di make up più amati dalle donne in quanto dona luminosità al viso, colore e uniformità all’incarnato, regalandoci così un aspetto fresco e raggiante anche nelle più uggiose giornate d’inverno.

Ovviamente il blush deve essere scelto con cura, prestando attenzione al colore della propria pelle, ma anche la texture e il finish del prodotto.

 

Come scegliere il blush: attenzione a tinte e “materiali”

Per scegliere il blush è innanzitutto importante guardare al colore della propria pelle, cercando di utilizzare un blush in grado di esaltare il colorito della nostra pelle e donare luminosità al nostro viso.

Ma, come detto precedentemente, è molto importante anche guardare alla texture e al finish del prodotto e questo per essere certi di scegliere un blush che si adatti alla perfezione alle caratteristiche della nostra pelle.

Iniziamo dalla texture, ovvero dalla “consistenza” del prodotto; è infatti molto importante capire se al nostro incarnato dona maggiormente un blush in crema o un blush in polvere. In generale se avete la pelle “normale” o “secca” potete liberamente scegliere se utilizzare un blush in crema o un blush in polvere, mentre se avete la pelle del viso “grassa” allora è bene evitare i fard in crema e preferire quelli in polvere; i blush in crema sulle pelli grasse potrebbero infatti sciogliersi e formare delle macchie proprio a causa dell’eccesso di sebo.

Molto importante è anche prestare attenzione al finish, ovvero capire se ci dona maggiormente un fard opaco o uno brillante. Anche in questo caso la scelta del blush dipende dalla grana della vostra pelle; se avete la fortuna di avere una pelle omogenea e abbastanza liscia, allora potete scegliere il finish che preferite, mentre se la vostra pelle presenta qualche piccola imperfezione, come qualche ruga o un brufoletto qua e là, allora è meglio evitare blush troppo brillanti che, riflettendo la luce sulla pelle, accentuerebbero ulteriormente anche i piccoli difetti.

Meglio evitare i blush brillanti anche se avete il viso abbastanza paffutello.

 

Come scegliere il blush: attenzione ai colori

Per scegliere il blush nella giusta tinta, è indispensabile guardare al colore della pelle, ma anche ai colori che si sono utilizzati nel resto del make up. Così, ad esempio, se avete utilizzato tinte come l’oro, l’arancio o il borgogna per l’ombretto, tenetevi sulle stesse tonalità anche per il blush, se avete preferito tinte fredde come il rosa, l’azzurro o il viola utilizzate un blush dalle tinte affini, mentre se avete utilizzato tonalità come il marrone o il grigio, potete usare la tinta di blush che più preferite.

Molto importante è il colore delle pelle!

In linea di massima:

  • Se avete la pelle chiara preferite le sfumature dell’albicocca
  • Se avete la pelle di color neutro preferite un color pesca o un rosa acceso
  • Se avete la pelle dorata ideali sono le tonalità di rosa accesso e di pesca
  • Se avete la pelle olivastra, optate per un rosa brillante
  • Se avete la pelle giallastra, scegliete i blush dai toni caldi