come scegliere il cuscino

Fondamentale per un buon sonno è un cuscino che permetta alla testa, al collo e alla spina dorsale di restare allineati. Un buon cuscino sostiene la testa e il collo facendo in modo che, la colonna vertebrale assuma la sua posizione corretta, i muscoli del collo si rilassino durante il sonno e sia favorita una buona respirazione. Scopriamo insieme allora come scegliere il cuscino:

Così come per i materassi però non esiste un cuscino buono per eccellenza, la scelta è soggettiva perchè dipende per gran parte dalle caratteristiche fisiche e dalla posizione assunta durante il sonno. Anche la presenza di alcune patologie può influire sulla scelta, ad esempio, chi soffre di asma e allergia, deve fare attenzione al tipo di materiale. In questo caso, bisogna abolire i cuscini in piuma d’oca e in lana perchè sono difficili da lavare e quindi pieni di acari della polvere e pollini. Quelli in gommapiuma invece sono l’ideale dal punto di vista igienico ma possono essere problematici per la loro rigidezza. Un buon compromesso può essere il lattice, lavabile ed anti-acaro, ma ancor di più la micro-fibra perchè alle garanzie rispetto all’igiene aggiunge un confort elevatissimo. Il particolare intreccio con cui è lavorata la micro-friba, infatti, gli conferisce una consistenza che fa sì che il cuscino si adatti al peso e ai movimenti della testa e così facendo fornisce il giusto sostegno al collo. È possibile inoltre, sottoporre questo tipo di materiale al trattamento anti-acaro permanente.

Esistono però dei cuscini ancor più all’avanguardia e sono quelli dotati del cosiddetto sistema “Memory foam”. Un sistema di gel e liquidi fanno in modo che il cuscino si adatti alla forma del capo e del collo di chi lo utilizza. Questo sistema consente al cuscino di assorbire equamente il peso di ogni millimetro di corpo dalle spalle alla testa e permette il massimo relax a tutta la muscolatura.