Come seminare i piselli

La pianta di piselli preferisce zone dal clima temperato stabile, non sopporta le escursioni termiche e non tollera bene né i ristagni d’ acqua né la siccità, pertanto se intendete seminari i piselli nel vostro orto, dovrete prima valutare se vi trovate in una zona geografica adatta e dovrete avere specifiche cure per la vostra pianta, che altrimenti muore. Vediamo allora come seminare i piselli:

la scelta del terreno adatto alla semina dei piselli dovrà ricadere su un terreno poco compatto e drenante, per evitare i ristagni di acqua, inoltre prima  ancora di procedere alla semina, per influenzare positivamente il ciclo di produzione della pianta di piselli, dovrete vangare (fino a 40 cm. di profondità) il terreno, fertilizzarlo e concimarlo. Iniziate aiutandovi con una vanga a scavare il primo solco, poi all’ interno di esso versate circa 3 kg. di concime per metro quadro. Crete poi un secondo solco e con le zolle prodotte, ricoprite il primo solco e così via, per tutto il terreno  a disposizione, tenendo in considerazione che i solchi dovranno esser distanziati gli uni dagli altri dai 40 cm. al metro, a seconda della specie piantata. A questo punto siete pronti per la semina, la quale dovrà avvenire a fine autunno, massimo ad inizio inverno, se vivete in una zona particolarmente fredda, vi converrà passare alla fase della semina alla fine dell’ inverno o all’ inizio della primavera. Deponete quindi i vostri semi, distanziandoli all’ interno del solco dai 25  a 50 cm. a seconda della specie prescelta, poi con l’ aiuto di un rastrello ricoprite i semi con circa 5 cm. di spessore di terreno. Per quanto riguarda invece le irrigazioni dovrete prestare massima attenzione ai ristagni di acqua, pertanto dovrete innaffiare con regolarità le vostre piante di piselli, ma non con quantitativi eccessivi e dovrete innaffiare solo quando vedete il terreno completamente asciutto, preferibilmente la mattina presto oppure la sera.