Come sfilacciare i jeans

I jeans non mancano  mai nell’ armadio della maggior parte della popolazione mondiale, questo capo originariamente concepito come divisa da lavoro, infatti è molto apprezzato in quanto è estremamente comodo e versatile. Negli anni la moda ci ha propinato i jeans in diverse maniere, a zampa di elefante, skinny, con applicazioni ecc.. ma la cosa più divertente consiste sicuramente nella personalizzazione, vediamo allora come sfilacciare i jeans:

per “rivitalizzare” un vecchio jeans che magari non indossate più vuoi perché è passato di moda, vuoi perché si è scolorito eccessivamente lavaggio dopo lavaggio, o semplicemente perché è troppo semplice e vi ha stufato, potreste sfilacciarlo in punti strategici, ma prima dovrete assicurarvi di avere  a sotto mano delle forbici, un metro da sarto, una matita e qualcosa di abrasivo ( carta vetrata, pietra pomice, grattugia ecc..). Con tutto l’ occorrente a disposizione cominciare a tagliare il vostro jeans, potete scegliere se tagliare la lunghezza giusto di un paio di cm. , lasciando scoperta solo la caviglia, creare dei pantaloncini corti o dei bermuda, a voi la scelta, l’ importante e che prendiate bene le misure del punto da tagliare, calzando i pantaloni e davanti ad uno specchio, con la matita segnate il punto dove fare il taglio. Tagliata la prima gamba, sovrapponetela sull’ altra integra e procedete al taglio, in questo modo sarete sicuri di aver tagliato entrambe le gambe alla stessa altezza. A questo punto cominciate a sfilacciare, tirando i fili in diagonale, tenendo presente che man mano che li tirate il jeans si accorcia, pertanto per evitare di rovinarlo e fare un lavoro preciso aiutatevi con il metro da sarto. Dopo aver ottenuto una sfangiatura anni 80’, se volete sottolineare ancor più l’ aspetto vintage e vissuto, scegliete dei punti strategici da usurare ( l’ ideale sono le tasche ed i passanti), ponete all’ interno un tagliere da cucina o qualcosa di rigido e con lo strumento abrasivo che avete scelto, sfregate con decisione…otterrete così l’ effetto desiderato.