come sfruttare i benefici della coptide

La Coptide è un tipo di erba perenne molto utilizzata nella medicina tradizionale asiatica e nordamericana per centinaia di anni. Le radici della pianta sembrano una massa aggrovigliata è vengono  considerate utili per affrontare una serie di disturbi, dal trattamento delle irritazione lenitivi alla salute gastrointestinale. Gli indigeni americani hanno anche usato questa pianta per produrre un colorante giallo e per insaporire la birra. Ma vediamo nel dettaglio  come  sfruttare i benefici della coptide:

la medicina moderna ha cominciato a esaminare i potenziali benefici per la salute di questa erba. Il test  confermano che la pianta può lenire l’arrossamento, il gonfiore e l’irritazione. Essa inoltre può promuovere il normale livello di zucchero nel sangue e persino sostenere la salute del cervello. La coptide deve le proprie capacità di guarigione alle alte concentrazioni di diversi composti potenti di alcaloide. Di questi, la berberina è più comunemente associata ai benefici offerti dalla pianta.  Studi  suggeriscono che il berberino, contenuto nella pianta, possa essere di beneficio per coloro che soffrono di obesità. Il composto promuove la salute del cuore, la salute delle ossa e delle articolazioni, la salute del cervello, la salute digestiva, la salute del fegato ed è vantaggiosa per il sistema respiratorio.  Tra gli altri attributi positivi, la pianta può aiutare in caso di febbre ed è un forte antiossidante. Purtroppo molte varietà della pianta sono originarie dell’Asia e dell’America settentrionale e alcune sono in realtà  quasi introvabili. La causa principale è genetica, ovvero vi è una mutazione casuale che si traduce in una bassa produzione di pollini e sementi e poi poichè è stata super sfruttata. La specie trifolia nordamericana, per fortuna, si trova  ancora in abbondanza ed è possibile acquistarla sotto forma di integratori o essiccata, per preparare infusi da bere o da  applicare localmente sulla pelle.