Come sgrassare il forno

Il forno è un validissimo aiuto in cucina, che  ci permette di realizzare tantissime pietanze  saporite, sia  dolci che  salate. Chiaramente trattandosi  di un utensile atto alla cottura dei cibi, chiaramente tende  anche  molto a  sporcarsi, pertanto va  sgrassato nella maniera giusta. Se attaccati alla parete del vostro forno sono rimasti dei residui di cibo, potreste  sentire dei cattivi odori in cottura, dovuti al bruciacchiamento degli stessi, vediamo insieme allora come  sgrassare il forno:

per prima cosa dovrete procurarvi il materiale  necessario, vale  a   dire una spugnetta, un panno, una bacinella, un detergente ad hoc acquistato al supermercato, oppure, in alternativa, riempite la bacinella con acqua e bicarbonato di sodio. La miscela tra acqua e bicarbonato di sodio dovrà essere proporzionale alle incrostazioni presenti. Più il forno sarà sporco, più bicarbonato di sodio dovrete utilizzare.

Ora prestiamo massima attenzione  ai passaggi da attuare, ovvero dovremo per prima cosa rimuovere le griglie e tutte le parti scomponibili e metterle in ammollo in una bacinella con acqua saponata. -Se il forno lo prevede, inserire la modalità “pulizia”, stendere il detersivo, oppure la pastella con bicarbonato di sodio, lungo le pareti del forno, sulle incrostazioni. Lasciare agire il composto per almeno 30 minuti. Con il bicarbonato di sodio, le macchie del forno inizieranno ad ammorbidirsi.

Quando le macchie saranno più morbide strofinatele con la spugnetta. Se si tratta di vere e proprie incrostazioni, potete utilizzare un raschietto.

Per sgrassare il forno, è più saggio utilizzare un raschietto rispetto alla porzione abrasiva della spugnetta. Le spugne in acciaio graffiano le pareti del forno, questo viene del tutto evitato quando si utilizza il classico raschietto da pareti. Con tale metodo, in una manciata di minuti si avrà un forno fresco e pulito, inoltre, evitando l’utilizzo di detersivi sintetici, si potrà riutilizzare il forno con meno timori.