Come si calcola la media dei voti universitari

Quando ci si avvicina al momento della laurea, è molto importante conoscere la media dei voti ottenuta agli esami, perché questa influirà sul risultato finale e sarà indicativa del livello di qualità della tesi che si dovrà presentare per sperare di ottenere l’agognata lode.

 

Per calcolare la propria media universitaria, non ci si limita al semplice calcolo della media aritmetica, ossia la somma totale dei voti ottenuti agli esami suddivisa per il numero degli esami ottenuti. Questa operazione non condurrebbe ad un risultato realistico, perché bisogna tenere conto che ad ogni corso è assegnato un differente valore, il cosiddetto Credito Formativo Universitaro (CFU), che dipende dalle ore di lezione sostenute e dalle esercitazioni necessarie a superare l’esame.

 

Per tanto il calcolo della media dei voti universitari si ottiene ricorrendo alla media ponderata, secondo questo procedimento: il voto di ogni esame va moltiplicato per il per il numero di crediti corrispondenti; il risultato ottenuto va diviso a sua volta per il totale dei crediti.

 

Infine, visto che il voto di laurea è espresso in 110mi, mentre quello degli esami viene assegnato in 30mi, per conoscere il proprio voto di partenza bisogna effettuare un ulteriore passaggio, moltiplicando il valore della media ponderata degli esami per 11 e poi dividerlo per 30. Partendo da questo punteggio non vi resta che discutere la tesi.