come si conserva il rosmarino

Il rosmarino è un’ erba  aromatica nativa del Mediterraneo, molto amata  ed apprezzata soprattutto in cucina, per insaporire patate, arrosti, l’ “abbacchio”, l’ agnello, etc… Oltretutto gli oli essenziali contenuti nel rosmarino hanno incredibili proprietà antibatteriche e anti-fungine.Pare anche che il rosmarino sia utile per alleviare il mal di testa e per stimolare la memoria ed i ricordi. Se avete una bella piantina  di rosmarino e desiderate conservarlo dopo averlo raccolto, in modo tale  che vi duri a lungo, vediamo insieme come si conserva il rosmarino:

 

dovete posizionare il vaso in un luogo asciutto e buio come un armadio da cucina, dispensa o anche nel congelatore.

In particolare, se desideriamo congelarlo, dobbiamo  tagliare il rosmarino fresco, posizionarlo nelle vaschette per il ghiaccio e aggiungere dell’ acqua prima del congelamento.

USI: questi cubetti di ghiaccio al rosmarino possono essere utilizzati in salse e zuppe. Per utilizzare il rosmarino per condire un insalata o piatti con poco liquido contenuto, posizionare il cubetto in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente fino a quando si scioglie, poi dovrete filtrare con un colino .Aggiungere alla ricetta come richiesto.

Se preferite, potrete anche congelare il rosmarino direttamente nei sacchetti per congelare gli alimenti.

Un altro metodo efficace per conservare il rosmarino consiste nel versare una piccola quantità  di aceto in una ciotola pulita per poi aggiungere i rametti di rosmarino.

Poi collocate la ciotola  al sole per due settimane, scuotendola leggermente ogni giorno o in modo da mescolare i sapori delle erbe ( se desiderate aggiungerne altre).

USI: Questo aceto aromatizzato è ottimo in marinate per la carne ed il pollame,  per condire  insalate e molte altre ricette che richiedono aceto.

Potete anche  scegliere un metodo a caldo; si tratta di mettere le foglie tritate di rosmarino in una ciotola con dell’ a ceto  o del sidro di mele e  schiacciare con un cucchiaio di legno. Poi portare sul fuoco e riscaldare ma non far bollire. Schiacciare il rosmarino per liberare gli oli e lasciare raffreddare.

Una volta raffreddato, aggiungere un’ altra tazza di aceto e versare in un grande vaso e mettere il coperchio. Posizionare su una finestra soleggiata e scuotere ogni giorno o in modo da distribuire i sapori, per due settimane. Al termine  filtrare ed aggiungere un rametto di rosmarino nella bottiglia per la decorazione.