Come si cucina il cotechino

Il cotechino, da non confondersi con lo zampone (il primo è insaccato nel budello di maiale, il secondo nella zampa) è un piatto estremamente calorico ma anche decisamente gustoso, pertanto ogni tanto ci si può concedere uno sfizio, quale occasione migliore per mangiare il cotechino se non quella delle festività natalizie e di capodanno? Infatti proprio il cotechino con le lenticchie è un piatto tipico del menu delle festività e se volete seguire la tradizione a dovere, dovrete addentare un pezzo di cotechino prima della mezzanotte e mangiare tante lenticchie in quanto pare che quest’ ultime, siano di buon auspicio ai fini del guadagno eco0nomico. Una piccola superstizione da concedersi volentieri! Eppure in origine si trattava di un piatto povero, che consumavano solitamente i contadini, in abbinamento ai legumi. Vediamo insieme allora come si cucina il cotechino:

il cotechino è una pietanza tipica della regione italiana dell’ Emilia Romagna, in particolare della città di Modena. Per prepararlo con le lenticchie, come da tradizione, vi occorreranno un cotechino precotto, 1 cipolla, 1 costa di sedan, burro 30 g ,olio d’oliva 4 cucchiai, brodo q. b. e lenticchie 300 g.

Dopo esservi procurati tutto l’ occorrente, cominciate pure la vostra ricetta mettendo il cotechino a cuocere una pentola riempita d’acqua, seguendo le istruzioni riportate sullo scatolo. Nel frattempo, dedicatevi alla preparazione delle lenticchie (precedentemente lasciate in ammollo per un paio di ore in un recipiente con dell’ acqua), poi tritat finemente il sedano e la cipolla e lasciatelo appassire in una pentola antiaderente con l’olio e il burro per qualche minuto, poi aggiustate di sale e pepe. E’ il momento di aggiungere le lenticchie, quindi fatele cuocere a fiamma viva un paio di minuti, unitevi poi il brodo poco alla volta e coprite con un coperchio, quindi lasciate cuocere a fuoco medio per circa 40 minuti. Aprite la confezione del cotechino e tagliatelo a fette, quindi servitelo ben caldo con le lenticchie.