Come si cucina il salmone

Il salmone è un pesce molto amato dagli adulti e stranamente, anche dai bambini, questo pesce infatti, e originario dei mari freddi, è apprezzato anche da chi alla parola “pesce” storce il naso. Sono tante le mamme infatti, che grazie al salmone riescono ad introdurre questo prezioso alimento nella dieta dei propri bambini. Il salmone  è ricco di acidi grassi polinsaturi che aiutano a proteggerci  da malattie cardiovascolari, favoriscono  l’abbassamento del colesterolo e ci aiutano a  combattere i radicali liberi, prevenendo quindi l’ invecchiamento. se anche voi allora amate questo pesce tanto prelibato quanto versatile in cucina, vediamo insieme come si cucina il salmone:

il salmone solitamente può essere acquistato affumicato oppure fresco a tranci,nel primo caso possiamo preparare delle insalate, magari condendolo con olio e limone, accostato a dell’ insalata russa, otterremo un secondo piatto o un antipasto davvero speciale. Con il salmone affumicato poi, in tanti preparano le tanto amate “farfalle al salmone” un primo piatto di pasta, le farfalle appunto, condite con olio, panna da cucina e pezzetti di salmone affumicato. Se invece avete acquistato il trancio di salmone avrete l’ opportunità di scegliere tra quello fresco o quello congelato, potrete poi cuocerlo in padella, al forno, alla griglia, alla brace  o al vapore. Cuocere il salmone al vapore o al cartoccio, vi consentirà di non alterarne il sapore e soprattutto di non perdere i preziosi elementi nutritivi illustrati in precedenza. Basti pensare che per lo stesso motivo in molti mangiano il salmone anche crudo, tagliato a  tocchetti dopo averlo congelato per un giorno intero, in modo da esser sicuri che sia salubre. Se vi piace quindi potreste preparare un delizioso sushi.