Come si curano le carie

Avere un sorriso  smagliante, da copertina, è il sogno  di tutti, ma più che l’ estetica, dovrebbe interessarci lo stato  funzionale dei nostri  denti, anche perchè  spesso  e volentieri, una bella dentatura è  anche una dentatura sana.  I denti, che si trovano all’ interno del nostro cavo orale, hanno la principale e vitale funzione che ci consente la masticazione quindi di poterci alimentare correttamente, inoltre i nostri denti hanno anche una funzione estetica, infatti  avere un bel sorriso, soprattutto sano è anche uno strumento di seduzione.  Negli anni comunque può capitare di  avere dei problemi ai denti come ad esempio le odiatissime carie, ovvero delle infezioni che colpiscono i denti e se trascurate possono attaccare anche le radici degli stessi fino  a corroderli completamente, portando  anche altri problemi come l’ alitosi o la più seria piorrea. Esistono dei sistemi per evitare che tutto ciò si verifichi, o quando è troppo tardi, bisogna intervenire. Vediamo insieme allora come si curano le carie:

il modo principale per curare le  carie è evitare che  esse insorgano”  La prevenzione è quindi fondamentale. Per prevenire le carie è fondamentale che ogni sei mesi circa andiate dal vostro dentista per effettuare una visita di controllo, lo specialista infatti sarà in grado di dirvi se avete una carie o se ci sono dei problemi che potrebbero favorirne l’ insorgere, pertanto se lo riterrà opportuno potrà praticarvi una pulizia dei denti oppure indicarvi la soluzione più consona. Dal canto vostro potete agire su due versanti, il primo è quello dell’ alimentazione. Sono sconsigliati gli alimenti eccessivamente ricchi di zucchero, come dolci, caramelle, ecc.. soprattutto se dopo averli consumati non avete la possibilità di lavare i vostri denti, favorendo così l’ attecchimento delle carie. Come accennato l’ igiene orale è fondamentale al fine di preservare la dentatura dalle carie, lavate pertanto i vostri denti tre volte al giorno dopo i pasti principali con un buon spazzolino con setole di media durezza ( da sostituire ogni 3 mesi) ed un buon dentifricio, spazzolando  a lungo i denti in senso verticale. Opportuno è  anche l’ uso del filo interdentale ed   a fine lavaggio, completate la pulizia con del colluttorio. Una volta   a settimana potete anche fare dei risciacqui con acqua e bicarbonato di sodio. Se il danno ormai è fatto, il dentista potrà curarvi la carie, rimuovendo la zona “infatta” per poi otturarla, ma l’ importante è intervenire tempestivamente, altrimenti  se essa diventa troppo estesa poi, potrebbe  essere necessaria una devitalizzazione  del dente, o persino l’ estrazione  dello stesso.