Come si fa il kebab in casa

Simbolo assoluto dello street-food è il Kebab, un piatto tipico della cucina turca, persiana ed araba.

Una sorta di involtino fatto con una particolare piadina, la pita, e farcito con carne di agnello, di manzo o di pollo, molto aromatizzata e accompagnata da verdure fresche e diverse salse a seconda dei gusti.

È simile ad un panino e questo rende la sua preparazione molto semplice anche se non essendo un alimento tipico della nostra cultura è difficile ottenere lo stesso sapore, ma uno molto simile.

Vediamo cosa ci occorre per preparare il nostro Kebab in casa:

Carne a scelta ma non troppo magra, aromi vari (origano, menta, cumino, peperoncino, coriandolo), aceto, salse a piacimento, verdure (pomodoro, cipolla, insalata, cetrioli, crauti).

Per la pita: 500 gr di farina 00, 300 gr di acqua, 20 gr di lievito di birra, 2 cucchiaini di sale, olio di oliva

Tagliate la carne in pezzi molto piccoli e lasciatela insaporire per non meno di mezz’ora con gli aromi, un filo d’olio e un po’ d’aceto. Le quantità dipendono da quanti Kebab volete preparare e soprattutto quanto volete che siano pieni. Molti ad esempio preferiscono che sia prevalente il sapore della carne rispetto al resto altri invece il contrario. Consigliamo comunque di rischiare di sbagliare le dosi in eccesso perché quella avanzata potete congelarla e riutilizzarla in un altro momento. Sentitevi liberi di scegliere le spezie che preferite e dosatele a seconda dei gusti e a seconda della carne che avete deciso di utilizzare tra agnello, manzo e pollo.

Prepariamo ora la pita: impastate la farina e il lievito sciolto in acqua tiepida e poi aggiungete il sale. Fate lievitare il panetto ottenuto per un’ora. Dividete il panetto in otto palline e poi stendetele dandogli una forma circolare. Intanto scaldate una pentola antiaderente unta con un po’ d’olio. Cuocete le vostre pite. È possibile anche in questo caso congelare quelle avanzate, l’importante è che siano fredde.

Tagliate a fettine una cipolla, un pomodoro, una lattuga e un cetriolo. Alcuni aggiungono anche dei crauti crudi o delle patatine fritte.

Quando la carne è pronta e ben insaporita, scolatela e ripassatela in padella con un po’ d’olio. I pezzi sono piccoli quindi prestate molta attenzione alla cottura o rischiate che si secchi. La cottura deve procedere a fuoco medio e arrivati nell’ultimo minuto con la fiamma al massimo per farla dorare leggermente.

Una volta cotta la carne possiamo comporre il nostro Kebab. Poggiamo sopra un pezzo di carta argentata una pita aperta. Stendete la salsa che avete scelto sulla pita; potete utilizzare il tipico tzatziki o i classici ketchup e maionese, o un semplice hummus magari fatto da voi. Aggiungeteci la carne e le verdure crede o le patatine. Avvolgete il tutto aiutandovi con la carta argentata e buon appetito.