Come fare i carciofi sottolio

I carciofi sottolio sono una di quelle   conserve  alimentari che piacciono praticamente a tutti, anche perchè oltre a  servirli  sui classici crostini, possiamo utilizzarli per preparare golose tartine  e bruschette da servire  come   antipasto o per farcire rustici, pizze e golosi panini, magari quando si hanno ospiti, con i quali fare bella figura.

Se anche  voi allora desiderate riscoprire il piacere di prepararli in casa anzichè acquistare i classici vasetti al  supermercato, vediamo insieme  come fare i carciofi sottolio:

per preparare un vasetto  di carciofi sottolio vi servono:
1 Kg di carciofini
mezzo lt di aceto
mezzo lt di acqua
sale grosso q. b.
mezzo limone
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
prezzemolo
olio di semi d’arachidi
olio di oliva

Dopo aver preparato tutto, cominciate pulendo i carciofini eliminando le foglie esterne .

Proseguite tagliando le foglie del carciofo a metà  ed eliminate la parte esterna più dura alla base del gambo del carciofo. Mettete quindi  i cuori di carciofo  in una ciotola con acqua fredda, succo di limone e sale e lascerete lì per 2 ore in ammollo. Dopo  mettete in una pentola i cuoci  di carciofo con  1 litro d’acqua e 1 litro d’aceto fino ad ebollizione. Lasciate cuocere per 10 minuti e poi su di un  canovaccio pulito  mettete  ad asciugare i carciofini a testa in giù per 8/10 ore.

Per ovviare a qualsiasi rischio, sarà indispensabile sterilizzare a  dovere i contenitori dove disporrete le vostre conserve, questa può avvenire in pentola, ovvero metterete i contenitori e i tappi dentro una pentola  riempita d’ acqua e lascerete bollire per almeno 30 minuti. Oppure potreste sterilizzare i contenitori nel forno microonde per 2 minuti con due dita d’ acqua nei vasetti, o  ancora nel forno tradizionale  a 100° per 5 minuti, poi quando verserete il contenuto bollente, tappate e capovolgete in modo tale che si creerà il sottovuoto ed andrete a sterilizzare a  perfezione anche i tappi.

Ora disponete nei vasetti, aglio, peperoncino ed aromi  oltre all’ olio, poi man mano  aggiungete a  strati i cuori di carciofo, pressandoli molto bene. Ricordate che  dovranno sempre essere immersi nell’ olio, pertanto, lasciatele una notte al buio con il tappo e poi controllate, il giorno dopo  se il livello dell’ olio si è abbassato, in caso affermativo, aggiungetene dell’ altro.