Come si gioca a ruzzle

Ruzzle è un’applicazione gratuita disponibile sia per dispositivi Apple che Android. Ha superato in poco tempo i 20 milioni di utenti perché in pratica si propone come la versione digitale del classico Scarabeo. Lo scopo, infatti, è individuare il maggior numero di parole all’interno di un riquadro in cui sono state disposte, apparentemente alle rinfusa, 16 lettere differenti.

Per giocare basta scaricare l’applicazione dallo store del proprio smartphone, attivare un account e iniziare a lanciare la sfida; si possono sfidare sia gli amici di Facebook, che dei perfetti sconosciuti, il che rende il gioco ancora più eccitante. Si gioca uno contro uno, anche se è possibile allenarsi da soli. Ogni partita prevede tre round da due minuti ciascuno. Vince chi accumula più punti, componendo le parole disposte in verticale, orizzontale e diagonale.

Ad alcune combinazioni sono assegnati dei bonus che consentono di raddoppiare e in alcuni casi triplicare il punteggio. Nello specifico, le parole contrassegnate con DW valgono il doppio dei punti e quelle con TW il triplo, mentre i simboli DL e TL indicano che il punteggio di una lettera può essere raddoppiato o triplicato. Ulteriori bonus vengono assegnati anche a seconda della lunghezza delle parole individuate. In pratica, imparando a combinare questi premi sarà possibile scalare la classifica dei giocatori di Ruzzle, moltiplicando il valore di ogni singola partita.

Per questo è importante durante i propri round puntare subito alle lettere contrassegnate dai vari badge e accumulare il maggior numero di termini, anche individuandone le possibili varianti, ovvero, singolari e plurali, maschili o femminili, diminutivi e accrescitivi. Al termine di ogni sfida sarà possibile consultare il riepilogo delle parole trovate dai propri avversari, così come l’elenco di quelle che non si è riusciti a comporre durante i vari round. Prendere visione dei propri errori potrebbe essere molto utile per le sfide successive.