Come si mangia il mango

Il mango è un  frutto esotico molto amato, anche se nel nostro paese non è ancora così diffuso esso è di origine indiana ma viene ormai coltivato in tutti i paesi tropicali, proprio per essere esportato in tutto il modo. Questo frutto è prevalentemente di colore arancione, di forma ovale, con una polpa molto densa e profumata, ed è molto ricco di  acqua, polifenoli, sali minerali e vitamine ed il suo consumo è consigliato  anche in caso di disturbi quali cistite, insonnia e stipsi. Se anche voi allora desiderate assaggiarlo, ma  non sapete come assaporarlo, vediamo insieme come si mangia il mango: 

si tratta di un frutto poco calorico è molto gustoso . Per consumare il mango bisogna prima tagliarlo in modo giusto, quindi lavatelo con acqua tiepida per ammorbidirlo e poi con il coltello dividetelo a metà, eliminate poi il grosso nocciolo interno  infilando il coltello con la punta tonda e scavate per rimuoverlo. A questo punto eseguite sulle due metà del frutto una serie di incisioni, sia in senso verticale che orizzontale, in modo tale da ottenere dei piccoli quadratini di polpa, che staccherete letteralmente dalla buccia, spingendo questa contro la polpa. Ora che avete preparato il mango,  potreste mangiarlo così come è oppure, con aggiunta di sciroppi e/o zucchero, volendo potreste anche condirlo con del succo di limone o potreste unirlo ad altra frutta per preparare una deliziosa macedonia, magari aggiungendo del gelato o dello yogurt. Il mango può anche essere ridotto   in purea, al fine di preparare un delizioso frullato oppure per farcire una bella crostata. Le preparazioni culinarie possibili con il mango  sono tantissime e non necessariamente dolci, questo frutto esotico infatti  viene consumato  non solo per guarnire dei dolci, ma  anche per  accompagnare  piatti  a base di carne, pesce e formaggio. Inoltre potreste utilizzare i pezzetti di mango freschi  anche per arricchire delle  golose insalate.