Come si prepara il brunch

Per brunch si intende un mix tra la colazione (breakfast) e il pranzo (lunch), tipico della tradizione americana, che in genere si organizza il sabato o la domenica, giornate in cui di solito ci si  sveglia un po’ più tardi la mattina, saltando solitamente la prima colazione. Se anche voi allora volete invitare i vostri amici, magari in giardino, vediamo insieme come si prepara il brunch:

 

si tratta di un evento conviviale che, durando anche un paio di ore, deve essere comodo e quindi è sempre bene prevedere dei tavoli per gli ospiti anche se il cibo sarà a buffet. Per quanto concerne la preparazione della tavola è sempre bene scegliere un “tema”, che può essere un colore o un evento e cercare di allestire, sia i tavoli degli ospiti che quello del buffet seguendo questo “filo rosso”.

Sulla tavola non possono ovviamente mancare tovaglioli di carta, posate, bicchieri,acqua, sale e pepe (ricordate che acqua, sale e pepe devono essere una ogni 4 commensali), senza dimenticare il burro e lo sciroppo d’acero per tutti coloro che preferiranno le pietanze dolci.

Le tazzine per il caffè, così come i piattini e le forchettine per i dolci o le piccole zuppiere per yogurt e cereali, devono essere disposti su un altro tavolo diverso quindi da quello del buffet principale.Per rendere i tavoli più belli adornate ognuno di essi con simboli che rispecchiano il vostro tema.

Sul cibo potete davvero sbizzarrirvi e servire tutte le pietanze che amate di più; si può iniziare dai dolcetti della colazione ed arrivare sino alle torte salate o al bacon con le uova strapazzate. Sul cibo da servire a un brunch non esistono divieti particolari quindi largo alla fantasia e alla voglia di sperimentare in cucina.

Stessa regola per le bevande; anche in questo caso prevale la varietà, sebbene siano da preferire bevande come il caffè, il caffè americano, il tè, i succhi di frutta e le spremute.