come si tratta l’ADHD

 

L’ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) è un disturbo neuropsichiatrico dello sviluppo, che colpisce milioni di bambini e adulti. È uno dei disturbi d’infanzia più comuni. L’ADHD si verifica più spesso nei maschi che nelle femmine. L’attenzione, l’iperattività e l’impulsività sono i comportamenti chiave di una persona che ha l’ ADHD. Alcuni dei segni e sintomi di questo  disturbo, sono: difficoltà a prestare attenzione, sonnambulismo frequente, difficoltà a seguire le istruzioni, dimenticare facilmente le cose, problemi di organizzazione delle attività ,  distrazione, difficoltà a rimanere seduti, impazienza e parlare eccessivamente. I sintomi a volte si riducono con l’età. Tuttavia, alcune persone non superano mai completamente un ADHD. La causa esatta del  disturbo, ma la genetica, alcuni fattori ambientali e problemi del sistema nervoso centrale sono alcuni fattori che contribuiscono al  suo  sviluppo. Altri fattori di rischio sono l’esposizione alle tossine ambientali; l’uso di stupefacenti in maternità, l’uso dell’alcol o di fumo durante la gravidanza;  e la nascita prematura. La diagnosi corretta è essenziale prima di iniziare qualsiasi trattamento. Il modo più efficace per controllare la condizione è con i medicinali e  e le  terapie  psicologiche. Allo stesso tempo, alcuni cambiamenti di stile di vita, possono aiutare a facilitare i sintomi e mostrare miglioramenti nella condizione. Vediamo insieme come  si tratta l’ADHD:
secondo uno studio, l’esercizio fisico regolare è vantaggioso contro lo stress, l’ansia, la depressione, l’influenza negativa e il comportamento, il cattivo impulso e il comportamento compulsivo concomitante con un miglior funzionamento esecutivo e una migliore memoria. Gli esperti persino suggeriscono che l’ esercizio in spazi aperti e verdi aumenta la funzione del cervello nelle persone con ADHD. Assicurati che il tuo bambino trascorra almeno 30 minuti al giorno facendo esercizio molto attivo. L’equitazione, il nuoto e il calcio  sono alcuni esercizi che la maggior parte dei bambini ama  e non dovreste  avere difficoltà a  fargliele praticare. Anche la dieta svolge un ruolo chiave nella gestione dei sintomi di ADHD. Sia il corpo che il cervello richiedono diversi tipi di nutrienti per funzionare correttamente. Attraverso una dieta equilibrata, è possibile migliorare la memoria, affinare i riflessi e godere di una maggiore attenzione. L’ ideale  è far mangiare alimenti ad alto contenuto di proteine ​​come uova, pesce, fagioli, noci, soia e prodotti lattiero-caseari. Gli alimenti ricchi di proteine ​​aumentano la produzione di dopamina, che a sua volta aiutano una persona a rimanere concentrata.