Come si usa la curcuma

La curcuma è la spezia  più amata nei  paesi medio-orientali ma ahimè, ancora poco conosciuta nel nostro paese o comunque poco utilizzata in quanto non è facilissimo reperirla e/o quando la  si trova comunque è piuttosto cara. Da noi paradossalmente, la curcuma, è più utilizzata per la preparazione di impacchi e decotti per i capelli, oltre  a rinforzarli infatti, pare che la curcuma  abbia un blando potere schiarente per i capelli.  I rizomi di curcuma vengono fatti essiccare e poi vengono polverizzati per semplificarne l’ impiego.  La curcuma in realtà andrebbe utilizzata principalmente per condire cibi e bevande, essendo questa in grado di offrire  diverse proprietà benefiche per il nostro organismo. Questa spezia ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, quindi contrasta i tumori, aiuta a regolarizzare la circolazione sanguigna, favorisce la digestione ed aiuta a migliorare. Se anche voi allora volete provarla, vediamo insieme come si usa  la curcuma:

dopo una leggera titubanza iniziale, vedrete che  è abbastanza facile utilizzare la curcuma in quasi tutte le pietanze e man mano che imparerete ad identificarne il sapore, sperimenterete in autonomia nuovi accostamenti. Proprio come utilizziamo il classico zafferano nel risotto, possiamo impiegare anche la curcuma, da sola, o insieme ad un mix di spezie, a patto che lo facciate a  fine cottura, altrimenti l’ azione  eccessiva del calore, farebbe perdere le  sue proprietà benefiche,  ma possiamo utilizzare la curcuma  anche per insaporire bruschette, insalate, verdure  ed ortaggi al forno o al cartoccio. In effetti potreste utilizzare la curcuma per insaporire quasi ogni pietanza pensate persino il latte, infatti chi è solito dedicarsi alla meditazione  ed alla disciplina dello yoga si concede volentieri una bevanda chiamata “latte d’ oro”, che  si prepara versando mezzo cucchiaino di curcuma in un bicchiere di latte, poi vi si aggiunge 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci o un pizzico di pepe e si addolcisce il sapore con  miele.