Come si usa la tajine

La  tajine è una pentola di terracotta nella sua versione originale, ovvero nei paesi Nord africani, ma possiamo trovarla anche in argilla, ceramica, ghisa e silicone in Italia. Essa è composta da un piatto sul quale vengono poggiate le pietanze ed un coperchio a formo di cono, che possiede un foro in alto dal quale esce il vapore e vi si aggiunge l’ acqua per la cottura. Nelle zone del Sud del Mediterraneo viene utilizzata principalmente per cucinare piatti tipici a  base di cous cous o per cucinare carne e pesce, i quali grazie alla particolare formazione di condensa che ricade poi sugli alimenti, rendono il piatto finale particolarmente umido e ricco di sapore, inoltre èp un tipo di cucina molto indicata per chi deve seguire un regime alimentare poco calorico, in quanto questa cottura non prevede l’ aggiunta di grassi o se preferite potrete condire poi la pietanza con un filo di olio a crudo.  Vediamo nel dettaglio allora come si usa la tajine:

se dovete preparare della carne, del pesce, del cous cous, un bollito o delle verdure al vapore, vedrete come sarà facile cucinarle con questa “pentola”, l’ unico problema, se così possiamo definirlo, sta nel controllare bene il materiale con cui è stata realizzata la vostra tajine, se infatti è un modello realizzato alla nostra maniera probabilmente sarà di ceramica o ghisa e quindi prima di utilizzarla dovrete semplicemente lavarla. Se invece il vostro modello è originale o ispirato all’ originale e quindi fatto con la terra cotta, prima dell’ utilizzo dovrà essere preparato, ovvero lasciate in immersione la pentola per un paio di ore, poi asciugatela e cospargetela d’ olio, quindi mettetela in forno  a 180° per 1 ora, poi la potete lavare con acqua ed aceto (evitate i detersivi). Poi appoggiate sul piatto della pentola quello che intendete cucinare, aggiungete delle spezie, appoggiate il coperchio ed aggiungete dell’ acqua dall’ apposito forellino e posizionate sui fornelli, procedendo alla cottura, la quale avverrà dopo circa 20 minuti ( il tempo che impiega la tajine per riscaldarsi).