Come smacchiare i materassi

I materassi possono diventare veri  e propri ricettacoli  di batteri, muffa e macchie depositate nel tempo. Soprattutto quando  si hanno bambini piccoli, che magari fanno la pipì a letto, può capitare spesso che il materasso si macchi. Se anche  voi allora desiderate igienizzare i vostri materassi, dal momento che  comunque ci passerete su molte ore al giorno, vediamo insieme come smacchiare i materassi:

 

1 Passate l’aspirapolvere o la scopa elettrica con forza su tutto il materasso, facendo attenzione soprattutto ai bordi e agli angoli. Questa operazione preliminare è essenziale per eliminare acari, polvere e muffa, prime  cause delle  antiestetiche macchie!

Se ne possedete uno, igienizzate e smacchiate i vostri materassi  con  una  scopa a vapore, in alternativa, anche il ferro da stiro con caldaia potrebbe  andar bene per igienizzare il letto.

Se il vostro materasso si è proprio macchiato,  strofinatelo con un panno imbevuto in una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato, poi, una volta smacchiato, lasciate asciugare il materasso all’ aria aperta, meglio se al  sole. Infine si può completare la pulizia passando un panno morbido intriso in acqua e tea tree oil ( olio essenziale), appena il materasso sarà asciutto.

Macchie incrostate tipo caffè, tè o makeup, possono essere eliminate con una soluzione concentrata di aceto e limone (un terzo di bicchiere di succo di limone in mezzo bicchiere d’aceto). Spruzzate il composto direttamente sulla macchia e strofinate con un panno in microfibra.

Le macchie più intense e circoscritte, come ad esempio il sangue, possono essere eliminate versandoci su l’acqua ossigenata poi passare un panno di cotone. Le macchie sicuramente andranno via ma il colore del materasso può sbiadirsi un po’.