Come smacchiare la seta

La seta è uno dei tessuti più pregiati, proveniente dal filato  di un animaletto, chiamato appunto baco da seta. Questo tessuto, essendo naturale è particolarmente  delicato, pertanto se dovesse macchiarsi dobbiamo averne le  giuste cure per non rischiare di rovinarlo irrimediabilmente. Vi suggeriamo quindi come smacchiare la seta:

se preferite smacchiare la  vostra sciarpa o il vostro indumento realizzato in pura  seta in lavatrice,dovrete impostare i programmi suggeriti della vostra lavatrice, adatti  a questo tipo di lavaggio. In linea di massima non superate mai i 30 gradi di temperatura ed utilizzate un detersivo specifico.

Se viceversa, preferite optare per il lavaggio  a mano  di questo tessuto si consiglia di utilizzare del sapone di Marsiglia per poi strofinare delicatamente il vostro capo, insistendo sulla  macchia in questione, dopodichè potrete lasciarlo in ammollo in acqua per un massimo di 10 minuti e poi risciacquarlo sotto l’acqua corrente.

Se il vostro capo è particolarmente morbido e sottile ( ad esempio se si tratta di lenzuola) potrete lasciarlo in ammollo con dell’ ammorbidente specifico ed aggiungere un goccio di aceto bianco, che aiuterà ad igienizzare il vostro capo e ne ravviverà i colori. Dopo risciacquate con acqua corrente.

Per il lavaggio a mano di tessuti in seta di colore bianco è preferibile aggiungere anche 20 cc. di  acqua ossigenata ( ravviva il bianco). Dopo procedete  con un abbondante risciacquo con acqua corrente. Se i vostri tessuti bianchi di seta nel tempo sono ingialliti ( magari a  causa di lavaggi scorretti) potete provare un rimedio naturale. Riscaldate dell’ acqua in una pentola (non deve però bollire), aggiungeteci 3-4 cucchiai di sale e del succo di limone e lasciateci in ammollo i vostri capi tutta la notte. L’ indomani lasciate  asciugare e stirate utilizzando una temperatura molto bassa e ponete sul capo un panno, per evitare il contatto diretto con il ferro da stiro.