Come sostituire la farina

La farina è uno di quegli ingredienti essenziali che si trovano fondamentalmente in ogni ricetta, a prescindere da tutto, la farina rappresenta la base della cucina … il problema però si presenta quando si è intolleranti al glutine. La farina bianca, quella classica ne è ricca, ed è quella che prima fra tutte si trova sugli scaffali, e quella che più usiamo. Quindi come si fa? Come sostituire la farina ?
La risposta sta nei mix dietoterapeutici. Si tratta di preparati industriali pensati in modo da sostituire la farina pur imitandola quanto più possibile. Praticamente rappresentano una sorta di surrogato della farina, ma senza glutine. Ne esistono diversi in commercio, e ciascuna marca ha studiato un suo modo specifico di produrli, quindi fate attenzione agli ingredienti al fine di trovare il mix dietoterapeutico che faccia al caso vostro.
Oltre a questi mix, un buon modo per sostituire la farina sono gli amidi. In particolare, l’amido di mais è un ottimo sostituto per la farina tradizionale, specie se lo scopo è addensare salse, creme, vellutate, oppure ancora dare morbidezza ai dolci. In ogni caso, comunque, esistono altri tipi di farina perfettamente utilizzabili anche da chi ha qualche problemino col glutine:

 Farina di mais: quella della polenta
 Farina di riso: tra le più digeribili poiché ricca di amidi
 Farina di castagne: di solito si utilizza per i dolci autunnali, ma in effetti va benissimo anche
per sostituire la farina classica
 Fecola di patate: questa particolare farina alternativa si ottiene dall’amido di patate, si usa
spesso per sostituire la farina bianca.