Come spazzolare i denti

Curare l’ igiene dei denti  è un aspetto importantissimo per avere un bel  sorriso e per conservare la salute del nostro cavo orale. L’ igiene dentale si esplica attraverso il lavaggio accurato dei denti, al fine di evitare la formazione di placca, tartaro e carie. Molto spesso, per pigrizia, per errate considerazioni ed informazioni o perchè magari siamo fuori casa per il pranzo e/o la cena, può capitare di non lavarsi i denti o di farlo in maniera frettolosa e quindi poco utile. Cerchiamo di approfondire allora, un passaggio molto importante della pulizia del cavo orale e vediamo insieme come spazzolare i denti:

partiamo dal presupposto che i denti, per essere correttamente igienizzati, vanno lavati tre volte al giorno, dopo i pasti principali e comunque quando si mangia qualcosa, soprattutto se si tratta di dolci e bevande zuccherate. Il corretto spazzolamento è fondamentale per proteggere lo smalto  e la scelta dello spazzolino quindi, dovrà essere adeguata. L’ ideale è utilizzare lo spazzolino elettrico, in quanto questo, senza fatica, ci permette di spazzolare in maniera efficiente ogni angolo del dente, difficilmente raggiungibile con uno spazzolino tradizionale. Una volta scelto lo spazzolino più adatto alle vostre esigenze, passatelo sotto l’ acqua e stendete il dentifricio sulle setole, bagnate nuovamente e cominciate a  spazzolare. Il movimento dovrà essere guidato principalmente dal polso, non vi è necessità di imprimere forza con tutto il braccio, rischiando di ferirvi o di sfregare troppo le gengive, con inevitabili sanguinamenti. Per lavare la parte frontale dei denti, dovrete spazzolarli dall’ alto verso il basso e non in orizzontale. Poi proseguite lavando la parte posteriore dei denti, quella  dove maggiormente si accumula il tartaro. Posizionate  lo spazzolino in maniera verticale nella bocca, andando ad eseguire un movimento secco  dall’alto  verso il basso (per l’arcata superiore) e viceversa (per l’arcata inferiore).