Come stirare i pantaloni

Stirare è un compito considerato stressante e noioso, ma se si sa come fare e non si lascia accumulare troppa biancheria prima di stirarla, vedrete che i tempi si accorceranno di molto e non vi annoierete, soprattutto se stirate magari guardandovi un bel film. In particolare i pantaloni possono essere problematici e difficili da sistemare, vediamo insieme allora, per un risultato ottimale, come stirare i pantaloni:

La prima regola è quella di non far asciugare eccessivamente i vostri pantaloni al sole che altrimenti saranno troppo “rigidi” e difficili da stirare, lasciando inevitabilmente un antiestetico effetto stropicciato. Quindi tenete a portata di mano uno spruzzino con dell’ acqua, meglio se demineralizzata ( per evitare sprechi potrete riutilizzare anche l’ acqua dei condizionatori filtrata). Aprite il vostro asse da stiro e regolatelo in base alla vostra  altezza, evitando di stare troppo curvi quando stirate, per non affaticare la schiena. A questo punto controllate la composizione del tessuto del vostro pantalone e se potete stirarlo ed eventualmente  a quale temperatura, in linea di massima evitate le temperature troppo alte anche se il tessuto lo consente. A questo punto mettete l’  acqua nel ferro da stiro, regolate le impostazioni e attendete che si riscaldi, quindi fate fuoriuscire un po’ di vapore ed adagiate i pantaloni sull’ asse, girando le tasche al rovescio e cominciate a passare il ferro su tutto il tessuto, se vi sono presenti delle pieghe, seguitele. In caso di pieghe da rimarcare oppure se il pantalone è troppo stropicciato, passate su questi “punti critici” per alcuni secondi, in particolare le pieghe vanno stirate solo fin sotto le tasche, non oltre. Ricordate che le cuciture delle gambe devono coincidere perfettamente per evitare gradite piegature. Dopo le gambe è il turno del girovita e delle tasche, le quali dovranno essere stirate con piccoli tocchi leggeri. Un piccolo accorgimento in più va fatto se si tratta di pantaloni scuri, che potrebbero creare una patina lucida oppure aloni bianchi, ovvero prima di stirarli metteteci sopra un asciugamano umido e procedete con la stiratura