Come stirare la seta

La seta è un tessuto naturale, ricavata dal filato dei bachi da seta, estremamente bello e capace di mettere il risalto le forme del nostro corpo, inoltre trattasi di un tessuto molto isolante, pertanto adatto ad ogni stagione. Per quanto stupendo e considerato di pregio, proprio per l’ immenso lavorio di questi animaletti, è anche un materiale molto delicato, ragion per cui solitamente per lavare una camicetta o qualsiasi altro capo realizzato con questo materiale ci si reca in lavanderia dove viene lavato a secco e stirato in maniera molto delicata da esperti del settore. In realtà è possibile lavare anche con acqua la seta, ovviamente senza strofinare e dopo l’ asciugatura chiaramente si dovrà anche stirare questo tessuto, il quale risulterà piuttosto spiegazzato, ed è possibilissimo eseguire tali operazioni anche a casa, risparmiando pertanto anche dei soldi. Vediamo nel dettaglio allora come stirare la seta:

per prima cosa prima di procedere al lavaggio degli indumenti in seta accertatevi sempre, controllando l’ etichetta, che il capo sia lavabile in acqua e comunque con quale modalità ( solitamente si utilizza acqua e pochissimo sapone neutro), poi dopo aver terminato il lavaggio, ponete il vostro indumento tra due asciugamani puliti per assorbire tutta l’ acqua in eccesso, quindi passate alla fase della stiratura. Nel caso si tratti di indumenti davvero troppo delicati un’ ottima soluzione per stirare il vostro capo consiste nell’ utilizzare una vaporiera, l’ azione dell’ umidità del vapore e del calore infatti, distenderà le fibre del tessuto. Se non potete fare a meno di utilizzare il ferro da stiro azionatelo alla temperatura più bassa e utilizzate molto il vapore, quindi girate al rovescio il vostro capo di abbigliamento e stiratelo quando è ancora umido e poggiate su di esso un panno pulito prima di passarci sopra il ferro da stiro, in questo modo il rischio di far danni sarà ridotto notevolmente.