Come stirare una camicia

Tra i lavori domestici più noiosi e forse complessi, stirare le camicie viene senza dubbio al primo posto.
Per imparare a stirare correttamente una camicia c’è bisogno di molta pratica e soprattutto pazienza, ma del resto è un qualcosa che va necessariamente fatto, specialmente considerando che gli uomini in camicia hanno molto più fascino…
Scherzi a parte è comunque una necessità anche nostra dunque è bene imparare i passaggi per stirare bene una camicia, da uomo o donna che sia.
Le meno esperte probabilmente iniziano la stiratura dal fronte e retro della camicia, ma in realtà bisogna iniziare da collo, spalle e maniche.

Il collo: il primo passaggio è quello di stirare il collo della camicia, per farlo occorre partire dall’esterno verso l’interno, per entrambi i lati.
Spalle: questa è forse la parte più complessa da stirare. Per stirare bene la spalla della camicia inserite la l’estremità tonda dell’asse da stiro all’interno della spalla, proprio come se voleste vestirla e procedete con la stiratura.
Maniche: la prima cosa da fare è stirare i polsini aperti e poi procedere con la manica, facendo attenzione a non fare pieghe dall’altro lato. Una volta completata l’operazione possiamo passare il ferro sul polsino chiuso.
Una volta completati questi passaggi possiamo stirare il fronte e il retro della camicia.

Fronte: è preferibile partire dal lato senza bottoni partendo dal basso verso l’alto e poi stirare quello con i bottoni.
Retro: partendo sempre dal basso verso l’alto è consigliabile fare una sola passata sul retro, facendo attenzione a non fare pieghe.
Fatte queste ultime operazione dobbiamo fare attenzione a stirare correttamente anche tutte le cuciture della camicia.

Una volta completata la nostra stiratura possiamo semplicemente appendere la camicia ad una gruccia oppure piegarla per riporla nel cassetto.