come stuccare una parete

 Quando si  acquista un appartamento nuovo e si intende ristrutturalo, o semplicemente nel proprio appartamento viene notata qualche crepa nel muro, frutto magari di vecchie scosse di terremoto o il risultato di qualche lavoro di ristrutturazione mal eseguito dai vostri vicini, o semplicemente per usura di un vecchio muro, nasce l’ esigenza di eliminarle e chiaramente la prima cosa alla quale si pensa è quella di chiamare un tecnico specializzato che esegua questo lavoro, che poi è al quanto banale e di facile esecuzione, perché allora  non procurarsi l’ occorrente e cimentarsi da soli risparmiando anche un bel po’ che non guasta mai? Vediamo allora come stuccare una parete:

la prima cosa da fare è recarsi in un negozio specializzato per le ristrutturazioni domestiche e procurarsi tutto il necessario per eseguire questo tipo di lavoro ( nel caso in cui non siate particolarmente avvezzi a  questo tipo di operazioni, lasciatevi consigliare da un commesso del negozio), senza trascurare l’ aspetto della sicurezza, ovvero procurandovi anche un mascherino per non inalare le polveri che inevitabilmente si produrranno. Con tutto l’ occorrente a  portata di mano cominciate il vostro lavoro di bricolage pulendo i fori ed i solchi della parete aiutandovi con uno scalpello piccolo. Con dell’ acqua, possibilmente servendovi di uno spruzzino, andate ad inumidire questi e posizionate al loro interno dei pezzetti di carta igienica bagnati e strizzati e pressateli all’ interno dei fori. Nel frattempo preparate lo stucco e lavoratelo per qualche minuto con la spatola, in modo tale da renderlo più morbido e poi passatelo sulle zone interessate e nelle immediate vicinanze e con una cazzuola o con la spatola stessa, livellate il più possibile gli eccessi, per evitare eventuali avvallamenti o bozzi, una volta solidificato. Se i buchi dovessero essere eccessivamente profondi, in alternativa è possibile utilizzare del gesso o la malta, diluita con dell’  acqua. A questo punto gran parte del lavoro è stato eseguito e non vi resta che aspettare che lo stucco si asciughi del tutto e quando questo sarà avvenuto, aiutandovi con della carta vetrata, iniziate a  carteggiare tutte le zone che avete trattato con lo stucco, in questo modo infatti eviterete degli antiestetici doppi spessori. Eliminate quindi la polvere prodotta con l’ aiuto di una spazzola e dopo potrete pitturare a  piacere.