Come studiare velocemente

Lo studio è (o almeno dovrebbe essere) un’ attività fondamentale nella vita di ognuno di noi, allo scopo di accrescere il nostro bagaglio di nozioni e conoscenze. Il percorso di studio comicia alle scuole elementari, quando vengono “gettate le basi” di tutte le materie, ovvero settori di conoscenza fondamentali, i quali ci permettono di imparare a padroneggiare la nostra lingua ed a conoscerne la struttura, ad imparare a fare i calcoli, a conoscere il mondo, attraverso la geografia e la storia e così via. Dopo aver acquisito queste nozioni di base, le quali molto spesso vengono semplicemente “imparate a memoria”, poi quando si passa alle scuole medie, nonostante i ragazzi in quel periodo si trovino ad affrontare la delicata fase dell’ adolescenza, si cerca di impartire loro, oltre ad ulteriori nozioni, anche un metodo di studio efficace, che insegi a questi o almeno, li incominci ad incanalare verso un cammino di autonomia e crescita personale. La gran parte di quelle che sono le nostre conoscenze e la cultura generale e specialistica, vengono acquisite principalmente alle scuole superiori ed all’ università e difficilmente queste poi vengono rimosse, anche se chiaramente uno studio superficiale, magari poggiato su lacune di base, la scarsa voglia di studiare ed un errto metodo di studio faranno si che il nostro bagaglio culturale vacilli. Alcuni studenti, complice la noia o la voglia di dedicarsi ad altre attività, detestano studiare o comunque desiderano farlo nel più breve tempo possibile. Studiare velocemente non necessariamente è sintomo di scarsa preparazione p svogliatezza, potrebbe anche essere sinonimo di intelligenza e di un buon metodo di studio. Vediamo allora come studiare velocemente:

studiare velocemente significa studiare con metodo e concentrare lo studio in un breve lasso di tempo, pertanto le distrazioni non saranno ammesse, poi passate a pianificare lo studio, ad esempio se avete 100 pag. da studiare su di un foglio appuntatevi che dalle ore tot alle ore tot, studierete 30 pagine, poi 20 ecc.. e cercate di rispettare queste scadenze. Molti individui sono soliti fare dei riassiunti, se è vero che questo aiuta la memoria e vi fa risparmiare in fase di ripasso, è anche vero che se non scrivete troppo in fretta, questa operazione vi fa perdere molto tempo, allotra un’ ottima strategia può essere quella di fare il riassunto sul libro o gli appunti stessi, in che modo? Eseguite una prima lettura e con la matita sottolineate gli argomenti più importanti, dopo aver terminato, con un evidenziatore sfoltite ancor più il testo, sottolineando solo quello che avreste scritto nei riassunti, aggiungendo qualche parolina o congiunzione, qualora necessario. Dopo non vi resterà che rileggere e memorizzare.