Come tagliare i capelli ricci

I capelli ricci sono bellissimi e invidiatissimi, tuttavia averne cura è veramente difficile poiché basta un minimo di cambiamento climatico per ritrovarsi una testa crespa e disordinata.
Per far sì che questi abbiano un bel aspetto è necessario sapere come curarli e usare i prodotti adatti.
Chi ha i capelli ricci solitamente per ovviare al troppo volume tende a lasciarli crescere, ma c’è anche chi vorrebbe avere un taglio alla moda, o per lo meno dare una forma alla chioma, e si chiede continuamente come tagliare i capelli ricci.
Purtroppo la risposta a questa domanda non piacerà a molte poiché la verità è che non è possibile sbizzarrirsi più di tanto a meno che non si voglia rischiare di farli diventare troppo voluminosi.
Ciò che possiamo fare per dare una forma ai nostri capelli ricci è optare per un taglio scalato.
Difatti se manteniamo la lunghezza e procediamo con una scalatura dalla base in giù possiamo dare una forma che esalti il volume dei nostri capelli positivamente.
Ciò che dobbiamo assolutamente evitare nel decidere il taglio è scegliere quelli medio/corti, o quelli di un’unica lunghezza.
Ma se il volume non è un problema per voi e desiderate un look più sbarazzino allora un taglio abbastanza corto può al contrario fare al caso vostro.
Per domare i ricci potete optare per uno sfoltimento o addirittura per una stiratura professionale che vi consentirà di scegliere il taglio che preferite. Siate però consapevoli che quest’ultima può rivelarsi spesso costosa e va ripetuta circa ogni 3 mesi.
Ad ogni modo prima di scegliere come tagliare i capelli ricci è sempre opportuno farsi consigliare da parrucchiere e tener presente anche un altro fattore, ovvero il fatto che il capello riccio ci mette molto più tempo per ricrescere, o per esser più precisi “mostrare la lunghezza”.
Di conseguenza “meglio prevenire che curare” e scegliere in maniera ponderata il proprio taglio di capelli.