Come tagliare il legno

Chi ama il bricolage ed il fai da te sicuramente prima o poi si troverà nella situazione in cui deve costruire una struttura di legno a partire dai listelli, o magari intende posare il parquet in un ambiente della casa o/e dell’ ufficio e quindi poiché gli imprevisti non mancano mai, vuoi perchè non si sono prese bene le misure, vuoi perchè comunque è necessario per realizzare la struttura, si debba accorciare il legno in questione. Se anche voi vi trovate in questa condizione, vediamo insieme come tagliare il legno:

per prima cosa dovrete procurarvi il necessario, ovvero delle morse per bloccare l’asse di legno ed una sega affilata. Dopo esservi procurati tutto il necessario passate pure alla fase di bloccaggio dell’ asse in questione, fissandolo al banco di lavoro, mediante le morse, questa operazione è di fondamentale importanza sia al fine di eseguire un taglio preciso e pulito, ma anche e soprattutto per la nostra sicurezza e per evitare di farci male. Eseguite dei piccoli movimenti per controllare ed esser sicuri che il legno non si muova, poi dopo questa operazione, controllate che la lama della sega sia perfettamente affilata, quindi procedete al taglio, dopo aver tracciato una linea con l’ aiuto di matita e righello per creare una linea guida che vi aiuti. L’ inclinazione della sega, dovrà assecondare man mano le fasi del taglio, considerate inoltre che la sega sprigionerà molto calore e questo potrebbe rendere meno agevole il taglio, sarà pertanto necessaria la lubrificazione della sega, l’ ideale sta nell’ utilizzare la cera, inoltre un’ ottima strategia consiste nell’ utilizzare più di una sega in base alle fasi del taglio ed al surriscaldamento delle lame. Se decidete di optare per questa seconda opzione potreste procedere utilizzando nella prima fase una sega rettangolare, poi procedete con una sega a trapezio ed infine procedete con l’ archetto.