Come tagliare il mango

Il mango è uno dei frutti esotici più amati, esso è di origine indiana ma viene ormai coltivato in tutti i paesi tropicali, proprio per essere esportato in tutto il modo, dove è molto apprezzato per il suo dolce sapore. Questo frutto è prevalentemente di colore arancione, di forma ovale, con una polpa molto densa e profumata, ed è molto ricco di  acqua, polifenoli, sali minerali e vitamine ed il suo consumo è consigliato  anche in caso di disturbi quali cistite, insonnia e stipsi. Inoltre il mango pur essendo poco calorico è molto gustoso e viene consumato tal quale oppure sotto forma di frullato o ingrediente di macedonie sfiziose , per guarnire dei dolci, oppure come accompagnamento di piatti  a base di carne, pesce e formaggio. Per consumare il mango bisogna presentarlo nella giusta maniera, vediamo allora come tagliare il mango:

  • Per prima cosa lavate il mango sotto il getto d’  acqua ( tiepida) e tenete sotto mano un coltello da cucina ed un coltello ricurvo da frutta con la punta tonda.
  • Cominciate impugnando il coltello e dividendo il frutto in due metà, in una delle due metà troverete il grosso nocciolo interno che dovrete rimuovere infilando il coltello con la punta tonda e “scavando” intorno ad esso.
  • A questo punto eseguite sulle due metà del frutto una serie di incisioni, sia in senso verticale che orizzontale, in modo tale da ottenere dei piccoli quadratini di polpa, che staccherete letteralmente dalla buccia, spingendo questa contro la polpa e vedrete che i pezzetti si staccheranno facilmente dalla buccia ( non occorrerà pertanto sbucciare questo frutto).
  • A questo punto potreste mangiare il mango così come è oppure, con aggiunta di sciroppi e/o zucchero, unirlo ad altra frutta per preparare una deliziosa macedonia, oppure ridurlo in purea, al fine di preparare un delizioso frullato oppure per farcire una bella crostata.