Come tagliare il polistirolo

Il polistirolo è un materiale  molto utilizzato come isolante termico e largamente utilizzato per imballare gli oggetti delicati, questo infatti risulta essere molto morbido, grazie alle minuscole palline spugnosi di cui è composto, pur essendo leggerissimo pertanto è un’ aiuto molto valido nei traslochi e/o per proteggere gli oggetti. Esso può, una volta svolta la sua funzione, essere riciclato in maniera creativa per creare dei decori natalizi, dei disegni che piacciono ai bambini, da colorare e magari appendere e tutto ciò che vi suggerisce la fantasia, chiaramente sarà necessario tagliarlo, operazione che non può essere affidata al caso in quanto, poiché il polistirolo, come accennato, è costituito da tante piccole palline, se tagliato in maniera approssimativa si sgretolerebbe, vediamo allora nel dettaglio come tagliare il polistirolo:

Se dovete effettuare un taglio dritto, in quanto non necessitate di  disegni particolari o elaborati, vi suggeriamo di munirvi di righello e taglierino e con un movimento deciso tagliate il polistirolo seguendo il bordo del righello per ottenere un taglio dritto, primo di irregolarità ed eventuali rotture. Se invece dovete eseguire dei tagli dalla linea elaborata che necessita di sagomatura allora dovrete munirvi di un attrezzo che generi calore mirato, come ad esempio un saldatore, il quale v i consentirà di eseguire facilmente dei tagli precisi e disegni anche elaborati, e difficilmente in questo modo il vostro pannello in polistirolo si “sgretolerà”. Procedete andando in prima istanza a disegnare con un pennarello, la bozza del disegno da intagliare, quindi una volta inserito il saldatore nella corrente e la sua punta sarà divenuta incandescente, allora con movimenti rapidi e decisi, lo lascerete scorrere lungo la sagoma del disegno. Per i dettagli e le rifiniture, oppure in caso di disegni molto piccoli ed elaborati, potete invece utilizzare l’ arco con il filo caldo che è una resistenza elettrica, molto simile ad un seghetto.