come tagliare l’ anguria

L’ anguria è il frutto estivo per eccellenza, fresco, buono, salutare, rinfrescante e soprattutto ricco di acqua, vitamine, carotenoidi, zuccheri e sali minerali, esso è particolarmente consigliato a coloro i quali sono costretti a seguire un regime alimentare ipocalorico, in quanto contiene pochissime calorie ed aiuta ad avvertire presto il senso di sazietà. I semi poi aiutano a regolarizzare l’ intestino e la parte bianca pare abbia un certo effetto afrodisiaco, in ogni caso dopo aver acquistato una bella anguria, l’ unica seccatura è quella di porzionarla, vediamo insieme in maniera rapida ed efficace, come tagliare l’ anguria:

se avete acquistato un’ anguria abbastanza grande, anziché affettarla ogni volta e sporcare tavola, tagliere e coltelli, potreste affettarla subito dopo l’ acquisto e privarla della buccia per poi riporre la polpa zuccherina all’ interno di un contenitore, così quando avrete voglia di anguria non vi resta che aprire il recipiente e servirvi. Nel dettaglio si tratta di incidere con un coltello abbastanza grande e ben affilato in modo tale che possa scorrere agevolmente in quanto la scorza dell’ anguria è piuttosto dura, dopo aver disposto il grosso frutto su un tagliere, poi procedete tagliandolo a metà in verticale, avrete così ottenuto due metà, e tagliatele entrambe nuovamente a metà, otterrete in questo modo 4 pezzi. A questo punto andate ad incidere le fette (non dovrete affettare anche la buccia, vi basta incidere la sola polpa), ora tagliate in senso orizzontale la polpa pre-incisa ed in un sol colpo avrete ottenuto tanti pezzi di anguria già affettati, vi basterà eseguire lo stesso procedimento anche per le altre metà, poi trasferite tutti i pezzi tagliati all’ interno di un contenitore con la chiusura ermetica o se prevedete di volerlo conservare più a lungo potete porre i pezzetti di anguria tagliata all’ interno di un colapasta e disporre questo all’ interno di una ciotola, in questo modo l’a nguria non sarà sempre immersa nel liquido e quindi sarà buona più a lungo.