come tagliare la cipolla

La cipolla è un ingrediente indispensabile in cucina, con questa pianta infatti, abbiamo la possibilità di preparare soffritti, realizzare la base di sughi e salse, insaporire zuppe, frittate, insalate o realizzare dei lievitati aromatizzati alla cipolla o realizzare con questa una zuppa molto ricca di sapore. Esistono molte varietà di cipolle e non nostro paese una molto apprezzata e la cipolla di Tropea, una cipolla rossa dal sapore dolce ma intenso. Le cipolle inoltre sono ricche di sali minerali, vitamine,fermenti, oligoelementi e flavonoidi, inoltre ha proprietà antibiotiche, antibatteriche, disinfettanti, espettoranti e così via. Ma quando arriva il momento di tagliare le cipolle, ecco che tutti si dileguano in quanto, oltre all’ odore sgradevole che si sprigiona, le cipolle, ahimè, fanno lacrimare gli occhi. Esiste però qualche trucchetto per attenuare questo problemino, in particolare vediamo insieme come tagliare le cipolle:

Per tagliare le cipolle ed evitare che gli occhi lacrimino a più non posso, si consiglia per prima cosa di lavare con cura la cipolla sotto l’ acqua, dopo averla sbucciata. A questo punto potrete procedere al taglio, procuratevi un coltello ben affilato ed un tagliere stabile ( magari potreste disporre un canovaccio bagnato tra il tagliere ed il piano d’ appoggio). Disponiamo la cipolla sul tagliere e tenendola saldamente (con le dita in sicurezza) tagliamo la parte opposta a quella della radice, poi con un taglio netto, dividiamo la cipolla a metà. A questo punto cominciamo a tagliuzzare la cipolla in verticale, per evitare che si sprigionino troppi liquidi aromatici. Se poi desiderate tagliare la cipolla a dadini, vi suggeriamo di eseguire tre tagli in orizzontale e poi in verticale, quindi otterrete tanti dandini. Qualora i dadini si desiderassero più piccoli, dopo con il coltello, oppure con la mezzaluna potranno esser resi ancora più piccoli.