come togliere il soak off

Il soak off  è uno dei prodotti più in voga nel campo della nail art, molto rivoluzionario in quanto capace di unire la tenuta della ricostruzione gel con la praticità del comune smalto, oltretutto si propone anche per esser utilizzato da sole a casa. In molte hanno già provato lo smalto semipermanente, il quale però, a  patto che le condizioni dell’ unghia naturale siano già ottimali, la  durata, con il fai da te, va poco oltre la settimana. Questo prodotto invece si potrebbe definire più professionale. Ma se da un lato la durata è migliore, la rimozione  del prodotto potrebbe essere più complessa. Vediamo inseme allora come togliere il soak off:

 

il gel soak off è un prodotto che una volta steso deve essere fatto indurire sotto una  speciale lampada a  raggi UV, ottenendo un risultato ottimale al pari della ricostruzione in gel. Per rimuoverlo  in maniera veloce e soprattutto senza danneggiare le unghie, preservandone sia la bellezza che la salute, abbiamo bisogno di un solvente specifico per questo tipo di gel, di una limetta per unghie non troppo dura, carta stagnola e di cotone idrofilo.

Come prima cosa dovete procedere a limare le unghie in superficie in maniera tale da rimuovere lo smalto più esterno; procedete con attenzione e cercate di non limare in maniera troppo energica al fine di non rovinare le unghie.

Dopo che avrete eliminato un buono strato di gel prendete il cotone idrofilo e imbevetelo nel solvente specifico per questo tipo di smalto, dopo di che poggiate il batuffolo di cotone imbevuto sull’ unghia, avvolgendolo nella stagnola e lasciatelo così in modo che il solvente possa sciogliere lo smalto residuo. Lasciate agire per almeno un quarto d’ ora.

Trascorso il tempo necessario rimuovete il tutto e pulite accuratamente le unghie, aiutandosi con un bastoncino  di legno, potrebbe essere anche necessario un certo lavorio di limatura, per eliminare eventuali residui più resistenti.

Poi ultimare la manicure ed utilizzare un rinforzante.