come togliere un alveare

L’ alveare è l’ abitazione delle api e il loro centro di produzione del miele, di allevamento delle larve e di protezione della regina, in poche parole, tutto l’ universo di un’ ape ruota attorno al suo alveare, essa infatti è disposta a morire pur di proteggere il proprio alveare. Le api sono degli insetti molto utili nella nostra società, sia per la gradita produzione di miele, pappa reale, cera e propoli, ma sono fondamentali per il corretto funzionamento dell’ ecosistema, pertanto bisogna averne cura e rispetto.

Soprattutto chi abita in campagna oppure chi possiede una terrazza, un giardino e/o un camino, può darsi che si trovi nella spiacevole condizione di trovare in prossimità della propria abitazione e come accennato l’ ape non è esattamente un insetto innocuo, pertanto la convivenza non è molto fattibile, soprattutto se in famiglia ci sono soggetti allergici. Vediamo allora come togliere un alveare:

bisognerà procedere con molta cautela in quanto si rischia seriamente di esser punti da più api contemporaneamente che tentano di difendere il proprio nido. Potreste cercare di mettervi in contatto con un apicoltore, il quale sicuramente saprà come agire in tutta sicurezza, sarà dotato di apposita attrezzatura ed inoltre ben lieto di prendersi le api, soprattutto se si tratta di un alveare di grosse dimensioni, è opportuno andarci cauti. Se si tratta di un piccolo alveare, o avete notato che da poco le api hanno iniziato a costruirlo, potrete far ricorso ad un rimedio piuttosto noto consiste nel cercare di “sfrattarle” in maniera volontaria, appiccando un piccolo fuoco nei dintorni, il fumo prodotto infatti spaventandole, potrebbe spingerle ad andar via. Quando sarete certi che ogni ape è scappata via allora dovrete procedere alla distruzione dell’ alveare, lo lascerete cadere a terra aiutandovi con un bastone lungo, dopo esservi coperti viso e mani, poi quando il favo sarà a terra potrete distruggerlo.