Come tonificare i polpacci

I polpacci sono una parte del corpo sulla quale cade lo sguardo soprattutto in primavere e in estate, quando grazie al caldo, gli abiti che si indossano sono più leggeri e pertanto lasciano le gambe scoperte. Se durante l’ inverno abbiamo mangiato troppo, abbiamo condotto uno stile di vita sedentario, o semplicemente abbiamo la tendenza ad avere i polpacci grossi, ecco che si desidera correre ai ripari, vediamo allora come tonificare i polpacci:

per prima cosa cercate migliorare la vostra  alimentazione, cibandovi con molta frutta e verdura, alimenti ricchi di fibre e di stagione, evitate viceversa alimenti eccessivamente grassi e calorici e preferite condimenti di origine vegetale, da utilizzare “ a crudo”. Altro aspetto fondamentale è l’ attività fisica, se oltre a dover rassodare i vostri polpacci, dovrete anche “asciugarli” e perdere qualche centimetro, sarà opportuno camminare molto, in questo modo riattiverete la circolazione sanguigna e migliorerete il tono muscolare, dimagrendo. Non occorre percorrere chilometri su chilometri, ma 30 minuti di camminata  al giorno a  passo veloce, andranno benissimo. In alternativa  anche una passeggiata in bici ( o l’ utilizzo di una cyclette) farà al caso vostro. Per tonificare i polpacci nessun esercizio è più efficace dello stare sulle punte,  eseguite almeno 3 serie da 10 ripetizioni al giorno, salendo sulle punte partendo da una posizione in cui sarete in piedi, con la schiena dritta ed i piedi paralleli. Molto consigliato in questi casi è fare le scale a piedi ogni volta che è possibile, magari salendo e scendendo lo stesso gradino più volte, in modo tale da sollecitare al meglio i muscoli. Chiaramente l’ utilizzo delle calzature è fondamentale, in questi casi utilizzate scarpe né troppo basse né troppo alte, per avere una postura ottimale, quando invece fate ginnastica, le scarpette sportive sono d’ obbligo. Non dimenticate infine, quando terminate l’ attività fisica, di fare un po’ di streching, si per diminuire l’ accumulo di acido lattico, sia per evitare i crampi.