Come tonificare le braccia

Le chiamano “tendine” e si riferiscono a quel inestetismo che consiste nella pelle interna delle braccia che penzola quando le alziamo e che è dovuto a una mancanza di tono.Un problema, questo, abbastanza comune e che si verifica soprattutto con il passare degli anni, quando il muscoli del nostro corpo cominciano a perdere la loro naturale tonicità.

Se non si possono ottenere dei miracoli è tuttavia possibile porre rimedio.

Allora, come fare per tonificare le braccia?

Tonificare le braccia: cosa sapere e come rimediare

Se c’è una cosa che disturba quasi tutte le donne, soprattutto quelle che hanno superato gli ‘anta’, sono le famigerate “tendine”, termine gergale per riferirsi al decadimento dei tessuti del braccio: un’antiestetica flaccidità intorno all’ascella che rende non indossabile qualsiasi abito senza le maniche.

In realtà, il termine tecnico è  ptosi, e sta ad indicare lo spostamento verso il basso di un organo o di una struttura anatomica, anche se di solito si riferisce ad abbassamenti più gravi.

La componente muscolare può comunque essere recuperata mediante quotidiani esercizi in grado di stimolare bicipiti e tricipiti, favorendo un aspetto esteriore più tonico e un assottigliamento della componente del tessuto adiposo.

Come tonificare le braccia? Per tonificare le braccia, oltre alla ginnastica, si rende necessario un massaggio e qualche accorgimento dietetico che assicura risultati apprezzabili in meno di un mese di cura.

Un esercizio utile per le braccia consiste nel porsi davanti a una sedia, con lo schienale arretrato e la seduta rivolta verso di sé, piegare le gambe e appoggiare le mani sul bordo, poi sollevarsi facendo forza sulle braccia (non sulle gambe) e riabbassarsi lentamente.

Le braccia quando si va su non devono mai stendersi completamente e, quando si va giù, la linea che va dalla spalla al gomito dev’essere parallela alla seduta della sedia. Tre serie da dieci tutti i giorni, per un totale di 5 minuti, daranno i primi risultati.

Per dover di completezza, c’è da aggiungere che per tonificare le braccia anche la medicina estetica propone un tris di trattamenti estetici: radiofrequenza, carbossiterapia e la brachioplastica.

Come tonificare le braccia: i rimedi naturali

Facciamo un passo indietro. No alla medicina estetica e proviamo a rifugiarci nella natura. Dieta controllata dunque e un po’ di sano movimento, magari con qualche esercizio apposito per le braccia.

Anche la natura offre le proprie soluzioni al problema: sotto la doccia e dopo il bagno, ad esempio, l’utilizzo di alcune erbe rinnova i tessuti cutanei. Le alghe marine, abbinate ad alcuni oli essenziali stimolanti, come quello di ginepro o di pompelmo, restituiscono tono al sottobraccia.

C’è poi la possibilità di fare un gommage rimodellante grazie ad alghe brune e olio di rosa mosqueta. Ricco di benefici per tonificare le braccia è infine l’olio di avocado.