Come trattare la couperose

La timidezza eccessiva può rappresentare un problema in quanto non consente alla persona interessata di vivere come  si vorrebbe in quanto la propria insicurezza gli pone dei paletti  e lo guida verso cosa può o non può fare, il problema è che spesso questi limiti sono solo mentali e dettati da un senso di inadeguatezza che non spinge ad  andare oltre. Solitamente chi ha problemi di eccessiva timidezza quando si trova  a parlare con una terza persona, la quale le fa un complimento, un rimprovero o un appunto, le guance cominciano  a farsi caldissime diventando  anche rosse, lasciando quindi trasparire all’ esterno quello che si sta provando e chiudersi quindi  ancora di più  a riccio innescando una reazione  a catena. Il rossore delle guance se eccessivo è un vero e proprio disturbo chiamato couperose, ovvero la dilatazione dei vasi sanguigni del viso, che vanno  a sensibilizzare la zona interessata, che comincia   a risentire anche degli sbalzi climatici. In genere chi soffre di couperose impara  a convivere con questo problemino ma è buona  norma non sottovalutarlo in quanto potrebbero comparire  anche delle  antiestetiche pustole. Vi spieghiamo come trattare la couperose:

  • Innanzitutto lavorate su voi stessi e la vostra interiorità, rafforzate la vostra autostima e se la vostra timidezza vi appare come invalidante è opportuno prendere in considerazione l’ idea di farsi  aiutare da uno psicologo.
  • Può essere sicuramente utile curare la propria alimentazione, assumendo buoni quantitativi di frutti di bosco ( in particolare i mirtilli), i  quali contengono sostanze molto valide per le loro proprietà vasoprotettive, utili quindi  a prevenire la dilatazione dei capillari.
  • Se i frutti di bosco non dovessero bastare potrà essere opportuno assumere degli integratori di estratto di mirtillo per 3 mesi e ripetendo la “cura” a cicli regolari durante l’ anno. Questi integratori però sono sconsigliati in caso di problemi di coaugulazione del sangue, quindi chiedete sempre il parere del vostro medico e leggete con attenzione il foglietto illustrativo degli integratori.
  • Mangiate  anche in buone  quantità alimenti che contengano la vitamina C come agrumi, kiwi, fragole, pomodori, broccoli e peperoni. Puo’ essere anche utile assumere degli integratori di questa vitamina che aiuta  a  “ sostenere” i vasi sanguigni.
  • Infine utilizzate creme e cosmetici adatti  al vostro tipo di pelle, ce vi proteggano dal solo e che non siano aggressivi.