Come tritare la carne

Il trito di carne, definito anche “carne macinata” è una delle preparazioni gastronomiche più vendute al banco macelleria, soprattutto sotto forma di hamburger già pressati. In realtà la carne tritata, trova davvero tantissimi utilizzi in cucina, possiamo infatti preparare polpette e polpettoni, pizze rustiche, come la nota  pizza di carne all’ americana, ma a nche per farcire ortaggi e focacce, per preparare sughi etc…  Come accennato in tutte le macellerie e supermercati, possiamo facilmente reperire il macinato in questione, ma se abbiamo voglia di prepararlo noi stessi, magari per esser sicuri della carne che andremo ad utilizzare, sappiate che potete farlo tranquillamente a casa. Vediamo insieme allora come tritare la carne:

la carne che solitamente si utilizza per preparare il trito è la carne di maiale, di vitello, manzo e  più raramente di agnello, ma  quasi sempre si tratta di miscugli, troppo spesso ricchi di grassi. Tritando la carne in casa, possiamo utilizzare i tagli di carne che preferiamo, per un macinato più o meno pregiato. Se oltre a questo utilizzo, desiderate anche preparare in casa salsicce e salumi, vi suggeriamo l’ acquisto di un robot da cucina, dotato anche dell’ accessorio per tritare la carne. Vi basterà inserire all’ interno dell’ apposita apertura ed il robot triterà la carne per voi. Se invece tritate la carne  sporadicamente o magari necessitate di farlo in una singola occasione, potreste provare a  farlo con il tritatutto o il frullatore ad immersione, in entrambe i casi, otterrete un macinato di carne molto morbido, non idoneo pertanto ad essere destinato a  tutti i tipi di ricetta. Alternativamente, se intendete tritare la carne in maniera meno raffinata, potreste farlo direttamente con il coltello. Chiaramente vi occorrerà una certa manualità ed un coltello ben affilato. Poggiando la carne su di un tagliere, dovrete procedere con tagli decisi e paralleli, prima da un lato e  poi nel senso opposto.